rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

La guerra della Dieta continua: a Ceglie attacchi alla giunta che ha detto no

CEGLIE MESSAPICA – La decisione della giunta Caroli di tenere fuori il Comune di Ceglie Messapica dalla Fondazione promossa dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese (mentre vi hanno aderito invece gli operatori economici del settore ricettivo e della ristorazione “Ceglie è”), entra nel mirino dell’opposizione e tocca a Tommaso Argentiero della lista Noi per Federico accusare la maggioranza di centrodestra di aver tenuto fuori la città da una iniziativa che invece le avrebbe arrecato vantaggi, malgrado la dimostrata volontà dei diretti interessati (i ristoratori e i produttori) di aderire.

CEGLIE MESSAPICA - La decisione della giunta Caroli di tenere fuori il Comune di Ceglie Messapica dalla Fondazione promossa dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese (mentre vi hanno aderito invece gli operatori economici del settore ricettivo e della ristorazione "Ceglie è"), entra nel mirino dell'opposizione e tocca a Tommaso Argentiero della lista Noi per Federico accusare la maggioranza di centrodestra di aver tenuto fuori la città da una iniziativa che invece le avrebbe arrecato vantaggi, malgrado la dimostrata volontà dei diretti interessati (i ristoratori e i produttori) di aderire.

Quella di Ceglie, a quanto pare, è però solo la punta dell'iceberg: il centrodestra starebbe preparando in provincia di Brindisi una aggregazione di Comuni e associazioni alternativa a quella che si sta formando dietro la Provincia e la Fondazione onlus con sede scientifica e legale a Ostuni, sede di ricerca in Cittadella e scuola di gastronomia - a questo punto - da riassegnare (ma sarebbe grave non confermare Ceglie).

Tornando alla presa di posizione di Tommaso Argentiero, il consigliere sostiene che "la scelta del Comune di Ceglie Messapica, di non aderire al progetto di costituzione della Fondazione della Dieta Mediterranea in provincia di Brindisi, evidenzia i limiti dell'Amministrazione Ciraci - Caroli. E' desolante e sconcertante che di fronte ad una opportunità di questo valore il Comune di Ceglie, per non aver ottenuto un posto in più all'interno dell'apparato decisionale, decida di non entrare in questo nuovo organismo".

"Non è stata data considerazione alla volontà di aderire alla Fondazione espressa dagli operatori della gastronomia cegliese, che sono il vanto di questa città. Da diversi anni - dice Argentiero - per merito degli operatori della gastronomia, sostenuti da una progettualità amministrativa attenta a valorizzare al meglio il loro impegno, questa città viene riconosciuta come una delle eccellenze della gastronomia pugliese".

"La eno-gastronomia cegliese basa la sua offerta su prodotti di una agricoltura locale che rappresenta elemento fondamentale della dieta mediterranea. Ora che l'Unesco riconosce la Dieta Mediterranea quale Patrimonio Mondiale Immateriale dell'Umanità il Comune di Ceglie Messapica - accusa il capogruppo di Noi per Federico - per responsabilità di un sindaco e una maggioranza di destra incapaci di vedere oltre i propri spiccioli e desolanti interessi, si decide, in maniere presuntuosa, di non aderire alla Fondazione, senza nemmeno coinvolgere il Consiglio Comunale che ha la prerogativa statutaria di questo tipo di decisione".

"Auspichiamo - conclude Argentiero - che la sapiente scelta dell'associazione dei ristoratori 'Ceglie è' di aderire alla costituzione della Fondazione della Dieta Mediterranea sia elemento di aggregazione di tutti gli operatori eno-gastronomici e turistici della città; diffidiamo gli amministratori di Ceglie a svolgere un'azione " persuasiva" di non adesione alla Fondazione, evitando di creare situazioni di disagio tra gli operatori. Ribadiamo con forza e convinzione che una amministrazione comunale, seria e attenta a non creare ostacoli alla crescita della propria città, dovrebbe prodigarsi per rimediare a scelte errate e puntare ad obbiettivi che riguardano gli interessi reali della città e non a quelli spiccioli di bottega".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra della Dieta continua: a Ceglie attacchi alla giunta che ha detto no

BrindisiReport è in caricamento