Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

L'area critica del Pd: "Questi dirigenti all'esame dei congressi"

Alle soglie del Ferragosto, il gruppo dei "dissidenti" del Pd di Brindisi riunito nell'associazione Per la Sinistra, commenta la decisione di arrivare sia al congresso provinciale del partito, che a quello della città capoluogo, eventi richiesti da mesi proprio da chi critica l'attuale gestione del Pd e le degenerazioni interne

BRINDISI - Alle soglie del Ferragosto, il gruppo dei "dissidenti" del Pd di Brindisi riunito nell'associazione Per la Sinistra, commenta la decisione di arrivare sia al congresso provinciale del partito, che a quello della città capoluogo, eventi richiesti da mesi proprio da chi critica l'attuale gestione del Pd  e le degenerazioni interne.

Tanto tuonò che piovve! Finalmente è maturata la consapevolezza che oramai è indispensabile arrivare ad una nuova fase congressuale per ridare un ruolo ed una nuova missione, che non sia la mera gestione del potere,  al Pd provinciale ed al Pd di Brindisi. Finalmente l’uno e trino Maurizio Bruno, presidente, segretario e sindaco, dopo aver liquidato con una battuta sgradevole chi, in dissenso con la gestione del segretario cittadino del capoluogo, aveva rassegnato le dimissioni dalla segreteria cittadina, come i risultato di scaramucce pre-elettorali, ora realizza la necessità di un nuovo congresso. Per Brindisi e provincia.

Un nuovo congresso potrà essere l’occasione per riaprire un dialogo con l’amministrazione, rimasto sino ad oggi di esclusivo appannaggio dei rappresentanti politici che ne fanno parte, con il mondo delle associazioni, con la città. Ma soprattutto per non lasciare ai soliti attori il primato della gestione del territorio che hanno sempre deciso sopra le teste di chi ha messo a disposizione di un instabile, se non fallimentare, sviluppo la propria forza lavoro, la propria salute.

Ma senza nuove e serie regole, senza una discussione schietta e libera nei direttivi e nelle assemblee di partito, il nuovo congresso non servirà ad interrompere un percorso politico contraddistinto, soprattutto a livello cittadino, da aspre conflittualità personali e da giochi di potere, più che da un confronto franco e limpido basato sul senso di responsabilità che avrebbe, invece, dovuto essere il requisito minimo di chi ha chiesto il voto ai cittadini.

Nuove regole che servano a evitare che, come denuncia sulla stampa il segretario cittadino, Antonio Elefante, nuove riunioni carbonare sul lungomare, si sostituiscano alla volontà degli iscritti; riunioni, è bene ricordarlo, di cui egli stesso, in passato, è stato beneficiario.

E per evitare una corsa al tesseramento facile, troppo facile per chi ha la gestione delle tessere sino a poche ore prima del congresso, ed il cui risultato è oggi oramai evidente a tutti (anche a chi di quel meccanismo perverso ne ha beneficiato). Da una parte un partito inutile e sfilacciato, dall’altra un’azione amministrativa debole e incoerente proprio grazie ad un partito debole e ricco di contradizioni come più volte, inascoltati e magari irrisi, abbiamo denunciato.

Sarà utile, per l’unità del partito, per un’azione coerente con i valori fondanti del Pd, per un agire trasparente e condiviso, arrivare al congresso con regole certe che non ripropongano le “spiacevoli” scene del tesseramento avvenuto in occasione dell’ultimo congresso durante il quale venivano accompagnate a votare per la scelta del segretario di partito persone che non solo ignoravano il senso di quel voto ma anche chi fossero i candidati. Non a caso l’anno successivo, il 2014, le tessere sono diminuite di ben oltre il 150 per cento. Dato questo che da solo avrebbe dovuto far, almeno, preoccupare i massimi dirigenti del partito.

Purtroppo si è dovuti arrivare al collasso, alle “sportellate” tra segretario ed il capogruppo, Salvatore Brigante per registrare una tardiva, ma si spera ancora utile, presa di coscienza dello stato di abbandono in cui versa il partito cittadino e del conseguente senso di  smarrimento di chi sente il Pd ancora casa sua ed il centro di un sistema di valori irrinunciabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'area critica del Pd: "Questi dirigenti all'esame dei congressi"

BrindisiReport è in caricamento