rotate-mobile
Politica San Pietro Vernotico

M5s, dopo le dimissioni della candidata sindaca, in consiglio un'altra donna

Paola De Marco 42 anni: "Assumerò un comportamento leale ed intellettualmente onesto e non per forza teso all’ostruzionismo "a tutti i costi"

SAN PIETRO VERNOTICO – Il 2 luglio scorso la candidata sindaca del Movimento 5 Stelle al Comune di San Pietro Vernotico, Cinzia Carrisi, ha rassegnato le sue dimissioni da consigliere comunale di opposizione. Al suo posto sarebbe dovuto subentrare l’ingegnere Alessandro Martina, il consigliere più suffragato della lista del Movimento 5 Stelle, scelto da 176 elettori. Ma ha rinunciato alla nomina lasciando di conseguenza il posto alla candidata Paola De Marco, scelta da 77 elettori. Nella mattinata di oggi, come egli stessa comunica in una nota diffusa attraverso gli organi di informazione, la De Marco, 42 anni insegnante di sostegno ha accettato l’incarico. 

“Consapevole della responsabilità politica e dell’impegno a livello umano che tale incarico comporta e, soprattutto, determinata nel voler dare voce a tutti gli elettori che con il loro voto mi hanno accordato la loro fiducia e gli attivisti che mi hanno sostenuta”. Scrive nella nota.

“Per chi non mi conoscesse, vivo a San Pietro (fin dalla nascita), ho conseguito due lauree: una in sociologia e l’altra in scienze della paola de marco-2formazione primaria con specializzazione sul sostegno, sono attualmente un’insegnante di sostegno di scuola primaria nonché  autrice di una guida didattica per alunni speciali”.

“Saluto ed esprimo una grande ammirazione al consigliere comunale dimissionario dott.ssa Cinzia Carrisi che, con grande senso di responsabilità e rispetto nei confronti della collettività, ha ritenuto doveroso rinunciare al proprio ruolo istituzionale, nella consapevolezza di non poter più garantire un’adeguata presenza a supporto delle progettualità e degli obiettivi prefissati. Spesso la cronaca ci racconta invece di personaggi politici che intrecciano i propri affari con la politica, o peggio ancora, che accumulano incarichi ed impegni privati grazie al loro ruolo politico e istituzionale”.

“La linea politica che intendo adottare sarà la stessa tracciata all’interno del programma presentato dalla nostra lista e cioè, un comportamento leale ed intellettualmente onesto e non per forza teso all’ostruzionismo “a tutti i costi”;
Darò il mio supporto alle altre forze politiche ogni qualvolta queste dimostrino nei fatti di agire per costruire e realizzare il benessere della comunità, ma vigilerò soprattutto sull’azione dell’Amministrazione Comunale, sia nei contenuti che nella forma. Qualora dunque questa dovesse adottare procedure o produrre atti e provvedimenti di dubbia legalità o legittimità, non esiterò ad oppormi, segnalando ogni irregolarità agli organi competenti”.

La De Marco risponde anche alle due consigliere di opposizione avvocato Alessandra Cursi e dottoressa Valentina Carella che in un intervento si erano dimostrate sconcertate nell’apprendere “che chi si professava, anche durante il corso del primo consiglio comunale, paladina della legalità dell’azione amministrativa di Rizzo, abbia poi lasciato campo libero al primo cittadino; ed ancor più sconcerto è dato dalla notizia che anche l’Ing. Martina abbia assunto una simile decisione”.

“Ciò porta a ritenere indubbiamente: che il famoso “bene del paese” tanto acclamato durante la campagna elettorale altro non era che un misero slogan acchiappaconsensi; oppure che per la Carrisi il vero “bene del paese” sia lasciare campo libero al suo antagonista; oppure ancora che sia la Carrisi sia l’Ing. Martina non abbiano avuto né la voglia né la pazienza di avviare e portare avanti una opposizione politica, che è totalmente osteggiata e ad ora totalmente impedita da un’Amministrazione totalmente chiusa in se stessa”. Hanno detto ancora le due consigliere.

“In alcun senso possiamo riservare solidarietà ai nostri colleghi dei 5 Stelle, poiché la funzione di opposizione politica che ci spetta quali consiglieri comunali ce l’ha conferita una parte consistente della cittadinanza, che in Rizzo non riponeva alcuna fiducia e che noi siamo tenuti ad onorare e rispettare, anche di fronte agli ostacoli che ci pone questa Amministrazione”.

La De Marco risponde: “In merito al comunicato dei colleghi avv. Cursi e dott.ssa Carella, ritengo di non dare agio ad inutili attacchi, probabilmente mossi per carenza di argomenti o per propaganda politica.  Mi limito a ricordare loro che il ruolo che rivestono è quello di rappresentare i cittadini nelle istituzioni e non quello di attaccare il M5S, anche perché la macchina amministrativa ha un suo corso che noi rispettiamo e non abbiamo bisogno di maestri che ci dicano cosa fare.
Creerò dei canali diretti ed informatici per raccogliere le istanze dei cittadini ed essere presente sul territorio H24”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5s, dopo le dimissioni della candidata sindaca, in consiglio un'altra donna

BrindisiReport è in caricamento