Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Il rimpasto non placa i malumori nel Pd. Massaro: "Nulla è cambiato"

Il consigliere comunale: "Si apra una discussione nel Pd per capire se e come proseguire questa esperienza politico-amministrativa"

BRINDISI - Il mini rimpasto di giunta varato in settimana dal sindaco Rossi, con l’ingresso di tre nuovi assessori e l’esclusione di Roberta Lopalco, non ha spento i malumori che avevano portato all’azzeramento delle deleghe assessorili. I punti programmatici dell’azione amministrativa, in particolare, restano un nodo insoluto. Lo dimostra, a tal proposito, una forte presa di posizione del consigliere comunale Giuseppe Massaro, eletto con Leu e passato successivamente al Pd, gruppo più consistente fra le file della maggioranza. Massaro chiede infatti di aprire “una rapida e costruttiva discussione nell’ambito del partito democratico, per comprendere se e come proseguire questa esperienza politico- amministrativa”. 

Cannalire smorza le polemiche: "E' il momento della responsabilità"

“In ogni angolo della città – si legge in una nota di Massaro - si discute della nuova giunta comunale varata dopo il rimpasto. Tuttavia il sindaco, sostenuto ancora oggi dal Partito Democratico, finita la conferenza di presentazione della Giunta, non ha atteso di varcare la soglia dell'uscita della sala Guadalupi, che già sembra voler cestinare buona parte delle legittime proposte programmatiche che il Partito Democratico aveva consegnato nelle sue mani per il bene dei cittadini”. 

“Le idee rappresentate all'interno del programma – prosegue Massaro - avrebbero consentito di entrare nel merito delle molteplici criticità che attanagliano quotidianamente i cittadini di Brindisi. Non è mio interesse entrare nelle dinamiche di scontro ma, a meno che io non abbia male interpretato le ultime dichiarazioni ufficiali del sindaco, lo stesso sembrerebbe lasciare intendere che, ad oggi, nulla è cambiato e che non ci sarà discontinuità nel ‘governo’ della città”. 

“Pertanto, sempre che non sopraggiungano eventuali precisazioni su quali siano i reali obiettivi che il sindaco intende perseguire per uscire dalla profonda crisi socio-economica – conclude Massaro -  così come inequivocabilmente esprimono i dati pubblicati dalle agenzie istituzionali autorizzate, credo che sia opportuno aprire una rapida e costruttiva discussione nell’ambito del partito democratico, per comprendere se e come proseguire questa esperienza politico- amministrativa, anche per non deludere i tanti cittadini che ci hanno ‘consegnato’ democraticamente il destino della nostra Città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rimpasto non placa i malumori nel Pd. Massaro: "Nulla è cambiato"

BrindisiReport è in caricamento