rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Manifesti: Pezzuto richiama all’ordine

BRINDISI – Nuove bacchettate agli aspiranti candidati sindaco da parte del commissario straordinario del comune di Brindisi Bruno Pezzuto. Il richiamo all'ordine dopo i numerosi avvertimenti arriva in materia di affissioni. Nonostante le dichiarazioni di intenti degli ultimi giorni da parte dei contendenti uno scranno da primo cittadino, i vari mea culpa e le accuse incrociate, il fenomeno del manifesto selvaggio è più florido che mai, e allora il commissario straordinario richiama tutti al rispetto.

BRINDISI - Nuove bacchettate agli aspiranti candidati sindaco da parte del commissario straordinario del comune di Brindisi Bruno Pezzuto. Il richiamo all'ordine dopo i numerosi avvertimenti arriva in materia di affissioni. Nonostante le dichiarazioni di intenti degli ultimi giorni da parte dei contendenti uno scranno da primo cittadino, i vari mea culpa e le accuse incrociate, il fenomeno del manifesto selvaggio è più florido che mai, e allora il commissario straordinario richiama tutti al rispetto.

"Occorre il rispetto delle norme. Le affissioni sono autorizzate negli spazi indicati. I comitati elettorali devono essere comunicati prima della loro apertura a Prefettura, Questura e Comune". Tra le segnalazioni più cogenti rappresentate dal Commissario Straordinario Bruno Pezzuto. Resta al momento invece un caso isolato, per fortuna, quello della candidata al consiglio comunale del Pri che manda la propaganda elettorale col logo dell'amministrazione. Su questo tema è al lavoro l'ufficio legale del Comune per le determinazioni del caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesti: Pezzuto richiama all’ordine

BrindisiReport è in caricamento