menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Marcello Rollo mi propose di entrare in Giunta: tutti a casa"

Mauro D'Attis: "Raggiungo Luperti per la mia delega alle dimissioni, via sindaca, esecutivo e Consiglio il 25 febbario, ma elezioni nel 2018". E svela che fu l'ex presidente Asi a offrirgli una delega all'Europa

BRINDISI - Sebbene il precipitare degli eventi richieda attenzione per ben altri argomenti, mantengo la parola circa il comunicato di Noi Centro nei confronti del sottoscritto. Le critiche mosse nel comunicato contrastano con la discussione avuta con Marcello Rollo che proprio per le mie capacità amministrative e per la mia esperienza mi proponeva di metterle al servizio della città. Cosa che, come è noto, non poteva e non sarà determinata mai da alcun ingresso o supporto mio alla attuale maggioranza.

Detto questo il mio richiamo è alla incoerenza e alla facilità con cui si parla giusto per andare contro.  Non perdo un secondo di più in questo. A proposito del precipitare degli eventi, che è questione degna di ben altra attenzione, raggiungo Luperti per la mia delega alle dimissioni, così come ho detto fin dal primo istante, e che invece qualcuno non ha compreso per la eccessiva sintesi a cui i post di facebook costringono o ha fatto finta di non capire!

Ci sono più riflessioni valide ma di certo la Carluccio a casa subito!  1^ ipotesi: firma dimissioni entro il 24/02/2017, scioglimento consiglio, commissario per 3/4 mesi ed elezioni subito dopo cioè qualche mese; 2^ ipotesi: firma dopo il 24/02/2017 (basterebbe anche il 25 febbraio cioè solo dopo un giorno), scioglimento consiglio, commissario per circa un anno ed elezioni subito dopo. La differenza è solo nella durata del commissariamento e l’amministrazione Carluccio in ogni caso andrà a casa insieme alla giunta e a tutti i consiglieri, me compreso il 25 febbraio 2017.

Io ritengo che si debba sciogliere il Consiglio comunale subito e, stando alla legge, facendolo il 25 febbraio, si porterá la città al voto tra un anno, ossia nel 2018. Per chi si preoccupa che qualcuno possa tirarsi indietro, dico che le stesse firme possono essere anche depositate al notaio con data certa e nessuno potrà avere dubbi. Io dubbi non ne ho. L'Amministrazione Carluccio deve andare a casa e non ho mai pensato un attimo iil contrario. 

Ho portato la mia proposta agli altri consiglieri e insieme decideremo ciò che pensiamo sia più giusto! Di certo questo è il momento di mettere da parte i partiti, i partitini, i gruppi e i gruppetti, perché bisogna fare un punto serio della situazione. Capisco tutto, le critiche, la sfiducia, la demotivazione ma basta buttarsi allo sbaraglio e basta con le facili ricette! 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento