Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica Mesagne

Matarrelli presenta la nuova giunta: giovanissima e decisamente politica

Così come cinque anni addietro, non ci sono tecnici e via libera alle deleghe per consiglieri e consulenti esterni. Nessun vice sindaco nominato

MESAGNE - "Un grande lavoro collettivo". Così il sindaco di Mesagne definisce l'impegno che ha portato alla sua rielezione, in occasione della presentazione alla stampa dei cinque nuovi assessori. L'età media degli amministratori è piuttosto bassa, forse come non mai. E del resto questo può essere inteso come un segnale di voler interagire con le giovani generazioni ed "innestare nuove energie e risorse", così come detto da Matarrelli. 

La giunta appare politica, senza tecnici, e non poteva essere altrimenti visto il consenso plebiscitario che il primo cittadino ha raggiunto alle passate elezioni (il 95 per cento dei voti). Insomma, tutti i nuovi assessori sono stati candidati nel corso della tornata elettorale e ci hanno messo la faccia. 

Gli incarichi di lavoro però non si limiteranno alla giunta, questo è chiaro. "Abbiamo intenzione di consegnare alcune deleghe - anche pesanti - a consiglieri e consulenti esterni" afferma Matarrelli. Un modo di lavorare che ha portato bene negli ultimi cinque anni, diventato ormai un tassello fondamentale su cui basare il lavoro amministrativo. A nessuno, almeno per ora, è stato assegnato l'incarico di vice sindaco.

Le nomine

Francesco Michele Rogoli (33 anni), segretario provinciale del Pd ed ex consigliere comunale, è il nuovo assessore all'Urbanistica, Area Pip e Mobilità. Anna Maria Scalera (46 anni), l'unica degli assessori presenti anche nella precedente giunta, avrà il compito di guidare i settori Politiche ambientali, Politiche comunitarie, Rapporti istituzionali, Cittadinanza attiva e partecipazione. Sante Vincenzo Sicilia (28 anni), già consigliere dal 2019 al 2024, è stato incaricato di attenzionare le Politiche giovanili, Istruzione e servizi scolastici, Transizione digitale, Pon metro. Roberta Tollis (33 anni), nuovo ingresso nella politica mesagnese, sarà voce per le Politiche sociali, Politiche sanitarie e lavoro. Infine, ad Omar Salvatore Ture (48 anni), già presidente del Consiglio comunale, sono state affidate le Attività produttive Suap, Percorsi di legalità e Servizi demografici. Per le deleghe a consiglieri e consulenti bisognerà ancora attendere. 

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matarrelli presenta la nuova giunta: giovanissima e decisamente politica
BrindisiReport è in caricamento