menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I giovani brindisini sono stanchi: "Stavolta ci saremo anche noi"

Si sta organizzando un movimento di studenti fuori sede, lavoratori, disoccupati che interverrà nella campagna elettorale. Firme online e primo incontro sabato pomeriggio

BRINDISI – Hanno lanciato un appello che si chiama “Ora tocca a noi”, con l’hashtag #vogliorestare. Hanno firmato già in 150, ma contano di raccogliere ancora più adesioni tra i giovani under 35 che vivono lontano dalla loro città, Brindisi. E sabato si incontreranno alle 17,30 presso la vineria Susumaniello. Cosa vogliono, chi sono? Alcuni vengono dai movimenti degli ultimi anni, altri hanno maturato le proprie idee nelle sedi dove studiano o lavorano. A tutti interessa una cosa: l’avvio nella loro città di un reale processo di cambiamento, e una delle occasioni è indubbiamente il prossimo voto amministrativo.

“Siamo stanchi di essere costretti ad emigrare fuori città o a stare a Brindisi sottostando a condizioni di ricatto o ad assenza di possibilità”, dichiarano gli organizzatori. “I dati parlano chiaro: sono più di 15.000 i giovani costretti ad emigrare, per non parlare di quelli che sono solo formalmente residenti qui ma costretti a studiare o lavorare fuori. Chi invece tra noi è rimasto non vede prospettive. Questa città è il nostro orgoglio, non possiamo più sopportare di continuare a subire ciò che è successo negli ultimi anni”.

Il porto di Brindisi

L’analisi è molto chiara: “Brindisi è diventata una città per vecchi, con alta disoccupazione e assenza di sicurezza. Mentre la maggior parte delle intelligenze prodotte dal nostro territorio non sono state valorizzate o sono rimaste lontane, in città si è mostrata a chiare lettere l'incapacità della classe politica brindisina governo comunale dopo governo comunale. È arrivato il momento di organizzarci insieme e non lasciare le sorti della città in mano ai soliti noti”.

Non saranno dunque osservatori inattivi, i giovani che hanno lanciato l’appello “Ora tocca a noi”. Lo dicono alla fine del messaggio: “Vogliamo creare reali prospettive per la città, per poter tornare a vivere qui, mettendo al servizio del territorio che amiamo tutte le nostre capacità e competenze, vogliamo un altro modello di sviluppo, lavoro, spazi e servizi. Basta con i soliti slogan elettorali che poi non cambiano nulla, ma lasciano Brindisi così com'è. Non ci fidiamo più”.

Tutto sarà deciso insieme, riguardo l’intervento nella campagna elettorale della tarda primavera. Il secondo passo, dopo quello dell’avvio della petizione, sarà l’incontro di sabato pomeriggio a Brindisi approfittando delle vacanze pasquali. C’è comunque la pagina Facebook creata appositamente, per seguire eventi, adesioni, sviluppi dell’iniziativa. Una delle anime dell’appello è certamente – si evince dai nomi – quella nata negli anni dal movimento degli studenti, Uds in testa. Ma ci sono lavoratori, disoccupati, casalinghe. Tutti mossi dall’aspirazione di trovare lavoro e nuova qualità della vita nella città dove sono nati. E dove quelli che sono lontani vorrebbero tornare. Per firmare l'appello che riportiamo integralmete di seguito, si può utilizzare questo link.

L'imbocco del porto interno di Brindisi-2

L’appello

“Siamo i figli di questa terra e crediamo ancora in un cambiamento possibile e urgente, per una città che ha allevato una generazione di giovani che merita nuove opportunità e prospettive, che merita di poter decidere sul proprio futuro senza delegare più la responsabilità di ricostruire la città alle stesse persone che hanno distrutto Brindisi negli ultimi anni davanti ai nostri occhi”.

I fatti di cronaca – quattro sindaci arrestati negli ultimi 30 anni - e per ultima la breve e incresciosa recente esperienza legislativa, sono solo casi emblematici di un modello di amministrazione e di intendere la politica ancorato agli interessi personali e al clientelismo, piuttosto che al bene della città ed alla sua crescita.

Brindisi è diventata una città che rifiuta i suoi giovani! Sono oltre 15.000 i brindisini emigrati per motivi di studio o lavoro a seguito della crisi economica, costretti alla fuga, a ricevere i famosi ‘pacchi da giù’ per sentirsi meno lontani. E questi dati non tengono conto delle migliaia di giovani studenti fuori sede che risultano residenti a Brindisi ma in realtà affollano gli atenei di tutta Italia, senza ritrovare nella maggior parte delle volte la via del ritorno a casa.

Noi giovani brindisini vogliamo il riscatto per la nostra terra! Nonostante le condizioni in  cui versa la nostra città siamo tutti orgogliosi di essere brindisini. Esiste un'altra Brindisi che è quella lontana dalle cronache politiche e dalla criminalità. Quella della cultura e della storia romana di cui la nostra città è portatrice, quella del turismo, quella di una nuova industrializzazione sostenibile possibile, quella della ricerca e dell'innovazione, quella di cui la nostra generazione sparsa a Bari, Lecce, Torino, Milano, Roma, Bologna o all'estero sente la mancanza.

Sciopero generale, Il corteo degli studenti 2-2

Siamo cresciuti in una città figlia di una industrializzazione forzata che non ha mai realmente investito sulle tante potenzialità di rilancio economico e di costruzione di un nuovo modello di sviluppo. Vogliamo che si riparta da qui: dalle nostre radici, dai settori agro-alimentari, dal turismo, dalle attività portuali, dalla cultura, dall'università, dando risalto all'innovazione e soprattutto ai nostri talenti. Sogniamo una città in fermento e a misura di cittadino, bella, vivibile e con servizi di qualità, che sviluppi un tessuto sociale e culturale che sappia accogliere le nostre esperienze e i nostri progetti.

Vogliamo che le ragazze ed i ragazzi che cresceranno in questa città non vedano quello che abbiamo visto noi: la microcriminalità dilagante, l'impoverimento, l'assenza di lavoro, lo stato di abbandono e di immobilismo sociale in cui siamo costretti a crescere, in assenza di qualsiasi forma di socialità e aggregazione. Siamo una generazione di brindisini con i sogni infranti, a cui non è stata offerta una prospettiva diversa, costringendoci a metterli nel cassetto alla ricerca di un lavoro dignitoso e di certezze che sembrano un miraggio.

Vogliamo che la politica torni ad occuparsi del bene comune invece di rivolgersi ad interessi particolari, o peggio ancora criminali. Vogliamo una politica che dia un indirizzo ed un futuro al nostro territorio, che dia risposte alla nostra generazione e alle grandi sfide che ci troviamo davanti. Vogliamo una città che ci possa accogliere, per costruire qui la nostra vita contribuendo alla crescita e allo sviluppo sostenibile del nostro territorio. Se nessuno fa i nostri interessi, li porteremo avanti da soli! Non possiamo più aspettare, c'è in gioco il futuro della nostra città! Ora tocca a noi!”

Le firme

Giulio Gazzaneo, 20 anni, studente, Lecce
Sarah De Cristofaro, 35 anni, lavoratrice, Brindisi
Martina La Palma, 21 anni, studentessa, Trento
Andrea Ungaro, 26 anni, lavoratore, Brindisi
Lorenzo Saponaro, 20 anni, studente, Lecce
Daniele Quarta, 27 anni, disoccupato, Parma
Carlo Monticelli, 28 anni, lavoratore, Lecce
Gianmarco Fontana, 25 anni, studente, Torino
Daria De Leonardis, 23 anni, studentessa, Parma
Mauro Fontana, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Alfredo Rospi, 20 anni, lavoratore, Austria
Marzia Cataldi, 23 anni, disoccupato, Brindisi
Giusy Protopapa, 20 anni, studentessa, Parma
Greta Mastronardi, 22 anni, studentessa, Perugia
Elena Monticelli, 30 anni, ricercatrice, Roma
Massimiliano Provenzano, 22 anni, studente, Bologna
Stefano Carbonara, 28 anni, praticante avvocato, Brindisi
Mattia De Angelis, 20 anni, studente, Torino
Stefano Fusco, 34 anni, lavoratore, Brindisi
Maura Mastronardi, 24 anni, studentessa, Brindisi
Martina Maci, 20 anni, studentessa, Bologna
Lara Distinto, 22 anni, lavoratrice, Forlì
Antonella Toma, 20 anni, studentessa, Parma
Valeria Rubini, 20 anni, studentessa, Parma
Cosimo Mondatore, 20 anni, studente, Milano
Asia De Vito, 20 anni, studentessa, Lecce
Giada Gazzaneo, 27 anni, studentessa, Valencia
Adriano Dekavelli, 21 anni, lavoratore, Londra
Davide Di Muri, 33 anni, lavoratore, Brindisi
Alfredo De Rosa, 19 anni, studente, Brindisi
Francesco Solida, 20 anni, studente, Lecce
Giovanni Poli, 19 anni, studente, Brindisi
Valeria Giuseppina De Leo, 33 anni, casalinga, Brindisi
Martina Di Giulio, 19 anni, lavoratrice, Brindisi
Giulio Argentieri, 21 anni, studente, Chieti
Gianmarco Favatano, 20 anni, studente, Bari
Francesco Lillo, 21 anni, studente, Lecce
Elena Consoli, 22 anni, studentessa, Bologna
Teodoro Mauro, 23 anni, studente, Chieti
Federico Nolasco, 24 anni, studente, Bologna
Micaela Zammillo, 18 anni, studentessa, Brindisi
Stefano Quarta, 22 anni, studente, Bologna
Giuseppe Frigione, 22 anni, studente, Bologna
Barbara Rizzo, 20 anni, studentessa, Forlì
Giacomo Solida, 23 anni, disoccupato, Brindisi
Alessandro Fusaro, 20 anni, studente, Bari
Luigi Leone, 20 anni, studente, Milano
Arnaldo Stefanelli, 20 anni, studente, Bologna
Roberta Inglese, 19 anni, lavoratrice, Brindisi
Davide Sardano, 22 anni, lavoratore, Bologna
Stefano Papa, 22 anni, studente, Brindisi
Francesco De Castro, 20 anni, studente, Brindisi
Giorgio Fischetto, 20 anni, studente, Trento
Simona Tasco, 20 anni, studentessa, Milano
Michele Guastella, 21 anni, studente, Lecce
Moreno Guadalupi, 19 anni, studente, Brindisi
Matteo Spagnolo, 20 anni, studente, Pisa
Serena Mondatore, 22 anni, studentessa, Lecce
Cosmo Orecchio, 26 anni, studente, Lecce
Ludovica De Rosa, 22 anni, studentessa, Pisa
Leonardo Pellegrino, 20 anni, studente, Brindisi
Marco Guastella, 18 anni, studente, Brindisi
Ruxandra Martina, 18 anni, studentessa, Brindisi
Cristina Carella, 18 anni, studentessa, Brindisi
Marco Manigrassi, 18 anni, studente, Brindisi
Adriano Giudice, 18 anni, studente, Brindisi
Francesca Poci, 20 anni, studentessa, Bari
Serena De Vito, 18 anni, studentessa, Brindisi
Giulia Di Lauro, 20 anni, studentessa, Milano
Alice Dimida, 21 anni, studentessa-lavoratrice, Brindisi
Antonio Sabato, 21 anni, studente, Brindisi
Giulia Panzuti, 20 anni, studentessa, Bologna
Diego Perchinenna, 23 anni, studente, Torino
Marco Di Giulio, 18 anni, studente, Brindisi
Andrea Dell’Anno, 22 anni, lavoratore, Brindisi
Paola Di Lauro, 25 anni, studentessa, Bari
Francesca Rossi, 24 anni, studentessa, Torino
Paolo Sicuso, 21 anni, studente, Barletta
Aldo Guadalupi, 26 anni, lavoratore, Torino
Gabriele Gazzaneo, 24 anni, studente, Padova
Luigi Colangelo, 21 anni, studente, Lecce
Paola Cucurachi, 20 anni, studentessa, Lecce
Valerio D’Amici, 30 anni, lavoratore, Brindisi
Andrea Catalucci, 28 anni, lavoratore, Torino
Ida Lacorte, 29 anni, studentessa-lavoratrice, Torino
Dionisio Di Giulio, 25 anni, studente, Torino
Jacopo Passante, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Francesco Sciscio, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Astrid Pelligra, 20 anni, studentessa, Lecce
Sofia Barile, 20 anni, studentessa, Roma
Andrea Denuccio, 19 anni, studentessa-lavoratrice, Lecce
Giada Iaia, 18 anni, studentessa, Brindisi
Matteo Saponaro, 19 anni, studente, Roma
Sara Cucurachi, 24 anni, studentessa-lavoratrice, Brindisi
Luigi Rizziello, 21 anni, studente, Brindisi
Alessandra Ria, 20 anni, studentessa, Pavia
Diego Melcarne, 21 anni, lavoratore, Bari
Claudia D’Astore, 20 anni, studentessa, Napoli
Giulia Lequile, 20 anni, studentessa, Milano
Aldo Greco, 22 anni, studente, Bologna
Matteo Rodi, 18 anni, studente, Brindisi
Daniele Pennetta, 20 anni, studente, Milano
Nicolò Campeggio, 22 anni, studente, Brindisi
Antonio Tedesco, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Antonio Romanelli, 19 anni, studente, Brindisi
Francesca Roma, 18 anni, studentessa, Brindisi
Antonio Catanzaro, 26 anni, lavoratore, Brindisi
Samuel Maglie, 18 anni, studente, Brindisi
Giovanni Matteo Perrone, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Alberto Perrone, 21 anni, studente, Brindisi
Mattia Greco, 20 anni, studente, Brindisi
Alessia Greco, 23 anni, studentessa, Londra
Francesco Dolcecanto, 25 anni, lavoratore, Brindisi
Alice Legrottaglie, 19 anni, studentessa, Bologna
Matteo Manfreda, 20 anni, studente, Roma
Samuele Zezza, 20 anni, disoccupato, Brindisi
Andrea Chimienti, 24 anni, lavoratore, Brindisi
Michele Signorile, 21 anni, studente, Torino
Francesco Leone, 23 anni, studente, Campobasso
Paolo Roselli, 24 anni, lavoratore, Bologna
Davide Lillo, 26 anni, studente, Trieste
Antonio Cesaria, 19 anni, studente, Brindisi
Gianmarco Palumbo, 18 anni, studente, Brindisi
Ludovica Ambrosone, 24 anni, studentessa, Torino
Giuseppe Tommasi, 22 anni, lavoratore, Brindisi
Arianna Grafiti, 22 anni, studentessa, Brindisi
Giulia Moro D’aulilia, 22 anni, studentessa, Roma
Fabrizio Di Rienzo, 25 anni, studente, Brindisi
Giorgia Gagliano, 18 anni, studentessa, Brindisi
Antonio Abbruzzo, 18 anni, studente, Brindisi
Giulia Frigione, 18 anni, studente, Brindisi
Antonio Di Tano, 23 anni, studente, Milano
Nicolas Brigante, 18 anni, studente, Brindisi
Nicoletta Lofoco, 24 anni, studentessa, Bologna
Alessio Mitrotta, 21 anni, studente-lavoratore, Roma
Marco Pesce, 27 anni, studente, Brindisi
Kevin Francesco Elmo, 23 anni, studente, L’Aquila
Fabrizio Zornik, 26 anni, disoccupato, Brindisi
Thomas Rucher, 20 anni, studente, Milano
Gianluca Giannone, lavoratore, Brindisi
Vincenzo Caforio, 18 anni, studente, Brindisi
Davide Di Dio, 19 anni, studente, Brindisi
Federico Valentino,18 anni, studente, Brindisi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento