menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Consales

Il sindaco Consales

Niente soldi alla Bms, Consales infuriato

BRINDISI - Un attacco furibondo e senza precedenti. Questa volta il sindaco Mimmo Consales se la prende con il dirigente dei Servizi finanziari del Comune, Tommaso Gagliani, colpevole di non aver ancora erogato un anticipo di 800 mila euro alla Brindisi Multiservizi, così come deciso dalla giunta comunale lo scorso 1 marzo.

BRINDISI - Un attacco furibondo e senza precedenti. Questa volta il sindaco Mimmo Consales se la prende con il dirigente dei Servizi finanziari del Comune, Tommaso Gagliani, colpevole di non aver ancora erogato un anticipo di 800 mila euro alla Brindisi Multiservizi, così come deciso dalla giunta comunale lo scorso 1 marzo.

Secondo Consales, si tratta "di un fatto gravissimo, in quanto la mancata erogazione mette a rischio il corretto svolgimento dell'attività della Bms. Avevamo adottato il provvedimento sulla base del parere favorevole espresso in merito alla regolarità tecnica e contabile rilasciato dal dirigente del settore Servizi Finanziari, e ci eravamo basati anche sul parere positivo espresso dal collegio dei revisori dei conti, anche se lo stesso è stato espresso sulla base delle indicazioni fornite ai revisori contabili dal settore dei Servizi finanziari del Comune».

E invece oggi il sindaco ha appreso che già lo scorso 8 marzo Gagliani si era rivolto nuovamente ai Revisori contabili per dichiarare che la contabilizzazione dell'anticipazione di 800.000 euro «non potrà avvenire come indicato dai Revisori nell'ambito dell'intervento 10 per la concessione di crediti del Titolo II della spesa». Nella stessa lettera il dirigente comunale ha proposto soluzioni alternative, che il 14 marzo il presidente del Collegio dei revisori ha dichiarato non percorribili. «Allo stato attuale, insomma, il settore Servizi finanziari è alla affannosa ricerca di ulteriori soluzioni da proporre all'organo di controllo», aggiunge il primo cittadino.

Per Consales si tratta «di un fatto gravissimo che condiziona il corretto svolgimento dell'attività amministrativa. Non è pensabile, infatti, che Sindaco ed Assessori deliberino su argomenti così importanti sulla base di scelte superficiali assunte dal competente ufficio comunale. Nel corpo della stessa delibera, infatti, si offrono garanzie di capienza dei capitoli di spesa basate sul nulla. Ho già chiesto al Segretario generale di approfondire quanto accaduto, di relazionare in merito e di assumere i necessari provvedimenti sanzionatori».

Le conclusioni del sindaco sono desolanti: «Mi convinco ogni giorno di più che il problema più grave del Comune era e resta quello dell'inadeguatezza della macchina amministrativa, pur in presenza di punte di eccellenza che stiamo tentando con ogni mezzo di valorizzare in maniera adeguata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento