Politica

"Nubi sul bilancio, il Consorzio Asi va commissariato"

La richiesta del consigliere regionale Mazzotta. Il presidente del consiglio d'amministrazione Domenico Bianco non si presenta in IV commissione in Regione

BRINDISI - Doveva essere ascoltato ieri (21 gennaio) in Regione, ma aveva chiesto il rinvio a oggi (22 gennaio). Non si è presentato in IV commissione il presidente del cda del Consorzio Asi, Domenico Bianco. E così il consigliere regionale Paride Mazzotta ha chiesto il commissariamento del Consorzio Asi di Brindisi. Bianco era stato convocato, insieme ai componenti del consiglio d'amministrazione e del collegio dei revisori del Consorzio. Obiettivo: far luce sul bilancio.

Il parere negativo del collegio dei revisori sullo schema di bilancio dell'ente sarebbe dovuto essere il principale nodo da sciogliere. Ma gli argomenti da trattare erano molteplici. Il Consorzio Asi (ex Sisri) è un ente che si occupa delle infrastrutture e della gestione di aree produttive (quindi zone artigianali e industriali). Nel Brindisino, i soci del Consorzio Asi sono le Amministrazioni di Brindisi, Fasano, Francavilla Fontana e Ostuni. Alla Regione spetta il controllo sul piano economico e finanziario.

Dichiara il consigliere regionale Paride Mazzotta (Forza Italia): "Chiediamo che la Giunta regionale, in base a quanto previsto dalla legge numero 2 del 2007, provveda a commissariare il Consorzio Asi di Brindisi. E' una richiesta doverosa a fronte di una situazione nebulosa su cui abbiamo voluto accendere i riflettori con diversi interventi sulla stampa e con una richiesta di audizione in IV Commissione. La seduta era stata convocata per ieri, ma il presidente del Cda del Consorzio aveva chiesto il rinvio ad oggi... per non presentarsi nemmeno! E', quindi, evidente che ci sia qualcosa che non va, tanto che i rappresentanti dell'ente continuano a essere indisponibili a un confronto chiaro e trasparente nelle istituzioni preposte. Un comportamento che irrora un terreno già fertile di dubbi e l’unica cosa da fare per vederci chiaro è procedere con il commissariamento".

Ma quali sono i motivi del giudizio negativo del collegio dei revisori dei conti sul bilancio 2019? Eccoli riportati di seguito: criticità sulla valutazione dell’attivo di bilancio, uno scostamento nel trattamento fiscale della sopravvenienza attiva rispetto agli esercizi precedenti, l’omessa contabilizzazione di alcuni progetti, la mancata iscrizione della provvista finanziaria relativa alla “pace fiscale” con l’Agenzia delle Entrate. Sono state illustrate dalla presidente dell’organo di controllo contabile Barbara Branca nell’audizione davanti alla quarta Commissione permanente del Consiglio regionale, convocata dal presidente Francesco Paolicelli su richiesta dei consiglieri regionali Fabiano Amati (PD) e Paride Mazzotta (FI).

L'audizione del presidente del cda Asi Domenico Bianco, impossibilitato a partecipare per ragioni documentate di salute e del presidente della provincia e sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, è stata invece aggiornata a una ulteriore seduta, su proposta dei sindaci di Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, e di Ostuni, Guglielmo Cavallo, soci del Consorzio. Nella nuova riunione della commissione l'assessore regionale Alessandro Delli Noci potrà portare i risultati dell'istruttoria in atto, presso il proprio dipartimento allo sviluppo, su cui si è riservato di esprimersi.

Articolo aggiornato alle 13:00

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nubi sul bilancio, il Consorzio Asi va commissariato"

BrindisiReport è in caricamento