rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Provincia: sindaci e consigli comunali al voto solo nella giornata del 12 ottobre

L'ufficio stampa della Provincia ricorda che le elezioni di secondo grado per la designazione del presidente della Provincia e del consiglio provinciale si terranno nella sola giornata di domenica 12 ottobre dalle 8 del mattino alle 20, e come più volte detto avranno diritto di voto solo i consiglieri comunali ed i sindaci

BRINDISI – L’ufficio stampa della Provincia ricorda che le elezioni di secondo grado per la designazione del presidente della Provincia e del consiglio provinciale si terranno nella sola giornata di domenica 12 ottobre dalle 8 del mattino alle 20, e come più volte detto avranno diritto di voto solo i consiglieri comunali ed i sindaci. Nel frattempo mentre l’unico candidato ufficiale alla presidenza per il centrosinistra è il sindaco di Francavilla Fontana, Maurizio Bruno, che al momento rappresenta solo il Pd, dopo la rottura del patto stabilito a livello provinciale tra lo stesso Bruno e il coordinatore di Forza Italia, Luigi Vitali, conseguente alla bocciatura da parte della segreteria regionale del Partito democratico, il centrodestra è alla ricerca di un proprio candidato.

L’indicazione più accreditata al momento è quella del sindaco di Ostuni, Gianfranco Coppola, ma secondo il capogruppo di Forza Italia al Comune di Brindisi, Mauro D’Attis, si dovrebbe pervenire ad una designazione ufficiale non prima di sabato o domenica prossimi. Grande incognita, sia per il centrosinistra che per il centrodestra, l’umore dei sindaci, di fatto scavalcati dall’operazione Bruno-Vitali poi annullata e per tale ragione irritati, e l’orientamento delle numerose liste civiche che – a conti fatti – sono forza preponderante nei consigli comunali e teoricamente libere dai vincoli delle decisioni dei partiti.

C’è solo un mese di tempo per tentare di invertire la tendenza alla ricerca dei soliti accordi basati sul do ut des altrimenti noto come manuale Cencelli, e portare gli accordi su un terreno diverso, quello della ricerca di una coalizione fondata su un nuovo progetto di amministrazione del territorio che veda al centro il ruolo dei Comuni e dell’unione tra Comuni, come svolta nel governo locale dopo l’abolizione dell’ente Provincia, già prevista. Ma se si dovesse giudicare dai passi iniziali, si è ancora lontani da questi propositi. Ciò non è un buon viatico neppure per le elezioni regionali del 2015.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: sindaci e consigli comunali al voto solo nella giornata del 12 ottobre

BrindisiReport è in caricamento