rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Onu, missione Libia. Brindisi c'è

ROMA - Brindisi, con la Base logistica delle Nazioni Unite (Unlb) potrebbe trovarsi in primo piano in una futura missione non armata in Libia. Lo si desume dalle dichiarazioni del ministro degli Esteri, Franco Frattini, secondo il quale il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, proporrà a breve una risoluzione per una "missione politica integrata delle Nazioni Unite" in Libia.

ROMA - Brindisi, con la Base logistica delle Nazioni Unite (Unlb) potrebbe trovarsi in primo piano in una futura missione non armata in Libia. Lo si desume dalle dichiarazioni del ministro degli Esteri, Franco Frattini, secondo il quale il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, proporrà a breve una risoluzione per una "missione politica integrata delle Nazioni Unite" in Libia.

L'operazione avrebbe il "compito di assistere l'autorità transitoria" nello sviluppo della road map prevista per il passaggio dalla dittatura di Gheddafi alla democrazia. L'Onu, secondo Frattini, pensa a una "missione di osservatori militari non armati" per il monitoraggio e l'addestramento delle forze di polizia. E questo implica per l'Italia un "ruolo chiave grazie anche all'utilizzo della base logistica di Brindisi", dove peraltro opera una scuola delle Nazioni Unite per la formazione di operatori di polizia.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Onu, missione Libia. Brindisi c'è

BrindisiReport è in caricamento