menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I consiglieri: "Operatrice aggredita a Restinco", ma era solo una fake news

Prima i membri dell'opposizione Saponaro e Ribezzi mandano una nota denunciando "il grave episodio", poi la Prefettura smentisce tutto

BRINDISI - Notizie fantastiche (nel senso di pura fantasia) e dove trovarle. Svolgimento: due consiglieri comunali di opposizione hanno diffuso la notizia su "una nuova aggressione a Restinco". Peccato che sia falsa. Non c'è stata nessuna "situazione incredibile e pericolosa" questa mattina (domenica 7 febbraio). C'è stato un incidente, questo sì, ma è accaduto non come hanno raccontato loro. E così, anche a causa della nota dei consiglieri brindisini Saponaro e Ribezzi, la notizia dell'aggressione è stata sulla bocca di molti, anche sui social.

Procedendo con ordine: oggi alle 11:09 arriva un messaggio di posta elettronica. I firmatari sono Ercole Saponaro (foto sotto) e Umberto Ribezzi (foto più in basso). I due consiglieri d'opposizione - il primo milita nella Lega - denunciano ("e non siamo più disposti a sopportare") "quello che è successo nella mattinata di oggi domenica 7 febbraio nel Centro Cara di Restinco". E che è successo di tanto grave? Proseguono i due: "Un operatrice (sic, senza apostrofo lo scrivono, ndr) è stata aggredita e malmenata da un ospite della struttura e in questo momento la sfortunata si trova presso il Pronto Soccorso del Perrino di Brindisi".

Ercole Saponaro-3

Seguono appelli alle autorità e parole vergate in maniera ferma. Sarebbe un fatto grave, ma il condizionale è d'obbligo. BrindisiReport un minuto dopo si attiva e, attraverso le sue fonti, cosa scopre? Che un'operatrice si è fatta sì male, ma non è stata per niente aggredita, tutt'altro. Si è infortunata in un piccolo incidente. Nessuna aggressione, dunque, ma un incidente. BrindisiReport decide di cestinare il comunicato dei consiglieri Saponaro e Ribezzi, in quanto ha verificato che la notizia è infondata. Una fake news, come va di moda dire oggi. O una bufala, come si è sempre detto. Una bufala che può anche infuocare gli animi, già esasperati in questo periodo difficile.

Umberto Ribezzi-4

Poi, nel pomeriggio di oggi arriva il suggello: visto che la notizia falsa ha fatto il giro di Brindisi e della Provincia, ci deve pensare addirittura la Prefettura a mettere le cose in chiaro, con un comunicato. Innanzitutto, l'incidente - e lo usano chiaramente questo termine, nessuna fantomatica "aggressione" - è accaduto al Cpr (Centro di permanenza per il rimpatrio) di Restinco, non al Cara. Poi la nota spefica che "lo stesso è stato determinato da cause assolutamente accidentali, come ricostruito da personale della Questura sulla base delle dichiarazioni raccolte dagli stessi operatori presenti al momento del fatto". Tutto chiaro. Ma dei dubbi ancora permangono: come avranno avuto questa (falsa) notizia i consiglieri Saponaro e Ribezzi? E avranno verificato prima di inviare la nota stampa a tutti i giornali del territorio?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola: il Tar sospende l'ordinanza regionale, si torna in aula

Attualità

Genitori e alunni contro la Dad: flashmob davanti alle scuole

social

Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

  • social

    Mesagne, bando "Honestas": proclamato il vincitore

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento