rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Opere pubbliche, ecco il piano triennale e le spese per il 2010

BRINDISI – Non più un unico ed integrato processo di costruzione che sia patrimonio esclusivo del dirigente tecnico o di quello contabile, ma un piano che fosse il frutto di un’attenta ed unitaria valutazione di tutto il management che coinvolgesse anche la parte politica. Con queste premesse, la Giunta Comunale di Brindisi ha approvato il programma triennale delle opere pubbliche 2010-2012. Ed è stato già stilato, ovviamente, l’elenco dei lavori da realizzare per il 2010.

BRINDISI - Non più un unico ed integrato processo di costruzione che sia patrimonio esclusivo del dirigente tecnico o di quello contabile, ma un piano che fosse il frutto di un'attenta ed unitaria valutazione di tutto il management che coinvolgesse anche la parte politica. Con queste premesse, la Giunta Comunale di Brindisi ha approvato il programma triennale delle opere pubbliche 2010-2012. Ed è stato già stilato, ovviamente, l'elenco dei lavori da realizzare per il 2010.

Partendo dal ruolo di "regia strategica di sistema", così come riportato sulla delibera, il Comune ha cercato di muoversi secondo le realizzazioni di opere da non vedere più come un fatto aziendale interno dell'ente locale ma anche risorse strategiche per i comuni confinanti.

Il Programma triennale e l'elenco annuale dei lavori sono stati redatti sulla base dei documenti di programmazione finanziaria, come il bilancio di previsione e quello pluriennale, e gli strumenti di pianificazione del settore esistenti.

Sull'elenco annuale, invece, sono stati indicati il responsabile del procedimento, l'importo per il 2010 e quello totale, le finalità, le conformità urbanistiche ed ambientali, le priorità, lo stato di progettazione e i tempi di esecuzione.

La spesa maggiore, di 15 milioni di euro, è quella per la riqualificazione dell'ex collegio Tommaseo, così come piuttosto oneroso è il progetto di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile del quartiere Paradiso (5milioni 700mila euro).

Ma tante sono le opere previste per i prossimi nove mesi, a cominciare dalla rigenerazione urbana dell'area prospiciente via del mare (3 milioni 556mila euro) e i lavori per la nuova viabilità tra le vie provinciale per Lecce, Dalmazia, Tor Pisana e parcheggi (cinque milioni di euro). Programmate molte attività sui mercati cittadini, sia quello di Santa Maria Ausiliatrice sia quello di Tuturano (un milione a testa), mentre un altro milione sarà destinato per sbloccare finalmente una situazione che andava avanti da troppi anni, e che riguarda la trasformazione dell'edificio ex Inapli in mercato rionale, dopo che la stessa struttura era diventata oggetto di un contenzioso con la Provincia.

La ristrutturazione dell'ex teatro Di Giulio costerà 2 milioni e 229mila euro, più o meno la stessa cifra (due milioni e mezzo, per l'esattezza) per il recupero del mattatoio comunale.

Impossibile, anche alla luce di alcune polemiche degli ultimi mesi, non pensare alla sicurezza della scuole: 600mila euro per la messa in sicurezza dell'istituto elementare di via dei Mille e altre 350mila per la struttura che ospita la materna in via Rossini a Tuturano, mentre per la manutenzione straordinaria di tutti gli edifici di competenza comunale sono previste 700mila euro. Nella scuola di via Vivaldi, invece, verrà realizzata uno spazio per la mensa (400mila euro). Nuovi loculi sono previsti al cimitero comunale, laddove oltretutto sono stati pensati ritocchi all'attigua chiesa (un milione di euro in tutto, escludendo la manutenzione straordinaria che costerà altre 200mila euro).

Per le nuove rotatorie tra i quartieri Casale e Paradiso bisognerà spendere 500mila euro, mentre una nuova area parcheggio per i bus nei pressi del cimitero comunale comporterà l'uscita di 400mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere pubbliche, ecco il piano triennale e le spese per il 2010

BrindisiReport è in caricamento