Ostuni: l'amministrazione risponde sul Centro raccolta rifiuti

Le precisazioni dell'assessore all'ambiente, Paolo Pinna e del sindaco Guglielmo Cavallo ad un gruppo di residenti della zona industriale

Il sindaco di Ostuni, Guglielmo Cavallo

OSTUNI - “Il compito dell'amministrazione è quello di individuare le problematiche che affliggono il territorio e cercare attraverso scelte strategiche una giusta soluzione." E' quello che ha dichiarato l'assessore all'ambiente Paolo Pinna circa l'indignazione da parte di un gruppo di residenti della zona industriale di Ostuni per la scelta di ubicare il nuovo centro di raccolta comunale in un immobile confiscato alla criminalità.

L' intervento è inserito nel programma triennale delle opere pubbliche approvato con l'esercizio finanziario per l'anno 2020 insieme all'adeguamento funzionale di quello già presente nella zona artigianale.

Il progetto del nuovo del nuovo Centro Raccolta Comunale è stato oggetto di un incontro pubblico aperto a tutta la cittadinanza e alle associazioni del Forum della Società civile l' 8 gennaio. Da tale incontro è emersa la soddisfazione dei partecipanti per la qualità dell'intervento proposto e per il beneficio che produrrebbe ai cittadini ostunesi.

"L’area oggetto dell’intervento è esterna alla zona Asi a 200 metri dai primi opifici ed è un immobile confiscato alla criminalità in stato di degrado e abbandono sul quale si determinerebbe solo un miglioramento dal punto di vista paesaggistico - specifica l'assessore. Non si tratta di discarica ma di centro raccolta comunale per la raccolta differenziata con l'ubicazione di un centro di riuso per gli ingombranti che altrimenti andrebbero a discarica con aggravio di costi per la collettività, inoltre ci si trova in un'area non residenziale ma in zona destinata esclusivamente alla produzione industriale e attività ad essa connesse e quindi compatibile con l’intervento proposto. Inoltre non vi è alcun pericolo per la circolazione stradale atteso che ci sarà un ingresso e una uscita a senso unico e non in curva.”

“L'ubicazione di questo intervento – dice il sindaco Guglielmo Cavallo - migliorerà la gestione della raccolta dei rifiuti differenziati attraverso l'utilizzo di tutte le tecnologie, soprattutto nel periodo estivo atteso che la sua posizione è strategica ed intermedia tra l'abitato di Ostuni e la Costa densamente abitata proprio nella stagione estiva.  Dobbiamo augurarci – chiude il sindaco - che il progetto sia finanziato dalla Regione per risolvere l'annoso problema della gestione del Crc.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

Torna su
BrindisiReport è in caricamento