rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica Ostuni

Ostuni, Sel: "Non chiediamo posti in giunta"

OSTUNI – Risposta a stretto giro di comunicato da parte di Sinistra Ecologia e Libertà di Ostuni ad una dichiarazione del senatore del Pd, Salvatore Tomaselli, il quale – in sintesi – sostiene che va riaperto un dialogo sia con Sel che, sull’altro fianco dello schieramento, con l’Udc, ma senza aprire invece spazi all’interno dell’amministrazione comunale, in considerazione del fatto che nel corso delle elezioni i due partiti erano scesi in campo non certo al fianco dello schieramento che ha sostenuto Domenico Tanzarella.

OSTUNI - Risposta a stretto giro di comunicato da parte di Sinistra Ecologia e Libertà di Ostuni ad una dichiarazione del senatore del Pd, Salvatore Tomaselli, il quale - in sintesi - sostiene che va riaperto un dialogo sia con Sel che, sull'altro fianco dello schieramento, con l'Udc, ma senza aprire invece spazi all'interno dell'amministrazione comunale, in considerazione del fatto che nel corso delle elezioni i due partiti erano scesi in campo non certo al fianco dello schieramento che ha sostenuto Domenico Tanzarella.

Sempre in estrema sintesi, da Sel fanno sapere a Tomaselli e alla maggioranza al governo del Comune di Ostuni che non vi è interesse alcuno per un eventuale assessorato, mentre sta a cuore piuttosto il bene della città. Ma visto che Tanzarella è al suo ultimo mandato consecutivo, il nuovo centrosinistra va costruito sin da ora, premettedo che il prossimo sindaco andrà scelto con il metodo delle primarie. Ecco il documento integrale:

"In merito alle dichiarazioni apparse sulla stampa che riportavano alcune dichiarazioni del Senatore Tomaselli ci preme sottolineare e chiarire che siamo d'accordo con quanto espresso che Sinistra Ecologia Libertà di Ostuni un anno fa nelle elezioni amministrative non ha condiviso il progetto elettorale dell'attuale amministrazione. Riteniamo che il ricorso alle liste civiche solo per sommare voti al fine di vincere, non caratterizzi chiaramente l'indirizzo politico-programmatico di un'amministrazione, ma che le alleanze debbano essere costruite sulla base di programmi comuni volti a costruire una chiara visione su come si vuole trasformare la città e le azioni amministrative da intraprendere.

Ciononostante, non essendo interessati alle formule, ma solo ai contenuti, ci dichiariamo disponibili ad aprire un confronto volto all'innalzamento ed al potenziamento del BIL (Benessere Interno Lordo) ad Ostuni. Riteniamo infatti che sia necessario inserire nell'azione amministrativa una particolare attenzione ad azioni e progetti che mirino all'aumento della Felicità dei cittadini, attraverso azioni concrete mirate al potenziamento delle possibilità di socializzazione, all'aumento della economia cittadina, all'aumento del benessere.

La nostra attenzione si riversa quindi su tutte quelle azioni volte a salvaguardare e valorizzare il territorio, all'istituzione di nuovi parchi, alla realizzazione di isole pedonali attrezzate e con arredo urbano, alla realizzazione di aree attrezzate corredate di servizi, che servano come effettiva opportunità di socializzazione, all'istituzione dell'assistenza domiciliare agli anziani sotto una certa soglia di reddito ed ai malati cronici, alla riorganizzazione dei servizi pubblici ed ospedalieri che sono al servizio dei cittadini, alla valorizzazione dell'economia agricola, oggi in profonda sofferenza, alla realizzazione di una politica turistica di qualità, innalzando il livello culturale delle proposte e della politica dei servizi deputati all'accoglienza, all'incremento degli interventi che incentivino la partecipazione civica dei giovani, alla realizzazione di eventi culturali che incentivino la discussione civica sui temi che l'Amministrazione governa.

Siamo quindi disponibili ad apportare il nostro contributo di riflessione e progettazione su azioni concrete mirate all'innalzamento della qualità della vita ad Ostuni. Riteniamo pure che essendo temi che riguardano la cittadinanza tutta, si debba operare cercando il massimo coinvolgimento delle forze politiche, sociali e culturali della città che dichiarino di condividere le priorità individuate.

Riteniamo che non siano le visibilità nell'amministrazione a garantire la realizzazione di una politica incentrata sui bisogni e condivisa, ma l'apertura di un confronto e di una discussione, il più ampio possibile, condotto da tutti i soggetti cittadini interessati volto a costruire le linee politiche che il centrosinistra dovrà attuare in futuro ed a costruire la proposta politica che succederà a questa amministrazione comunale.

Riteniamo che non si possa aspettare la prossima tornata elettorale per discutere del futuro del centrosinistra ad Ostuni, ma che bisogna iniziare a costruire la proposta sin da oggi. Sinistra Ecologia Libertà di Ostuni darà il suo contributo, nella speranza che anche tutte le altre forze politiche abbandonino la strategia della politica delle sommatorie fine a se stesse, abbandonino le contrapposizioni fondate sulle semplici antipatie personali e si mettano a disposizione per la costruzione del futuro della nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni, Sel: "Non chiediamo posti in giunta"

BrindisiReport è in caricamento