Palasport: patata bollente passata ad Enel

BRINDISI – Sull’onda dell’entusiasmo per il successo conseguito dalla New Basket in quel di Pesaro e a 3 giorni dallo scontro diretto con Sassari, il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, avanza una proposta destinata a far discutere: “Lo realizzi l’Enel".

Il PalaPentassuglia

BRINDISI – Sull’onda dell’entusiasmo per il successo conseguito dalla New Basket in quel di Pesaro e a 3 giorni dallo scontro diretto con Sassari, il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, avanza una proposta destinata a far discutere: “Lo realizzi l’Enel (main sponsor del sodalizio biancazzurro) il Palaeventi”. Il primo cittadino si è affidato a un comunicato stampa per lanciare l’idea del “PalaEnel”.

E non è un caso che tale iniziativa sia stata intrapresa nelle stessse ore in cui è andata in tilt per eccesso di contatti (oltre 7 mila simultanei se ne sono registrati nel giro di pochissimi minuti) la prevendita on-line dei biglietti per la partita in programma domenica contro il Banco di Sardegna (seconda nel campionato di A1, a due lunghezze dalle capolista Brindisi, Siena, e Cantù) fra le mura del piccolo Palapentassuglia.

Consales, considerato il ritorno di immagine regalato alla città dai successi mietuti dagli uomini di coach Bucchi, assicura che “l’amministrazione comunale farà di tutto perché questo ‘miracolo’ duri nel tempo”. Certo è difficile restare competitivi ad alti livelli nella massima serie, giocando in “un impianto sportivo – scrive il sindaco - che appare giorno dopo giorno sempre più inadeguato rispetto alle esigenze di un pubblico che cresce a vista d’occhio”.

Il primo cittadino ricorda che sul tavolo, oltre al Palaeventi, c’è anche la possibilità di portare a 5mila posti la capienza del Palapentassuglia. Una soluzione che ha già ricevuto il nulla osta da parte del consiglio comunale, ma che Consales definisce “mediata tra chi, come il sottoscritto, è sempre stato convinto della necessità di realizzare un nuovo impianto e chi ha giustamente posto il problema della assoluta carenza di risorse pubbliche per far fronte a problemi gravissimi, a cominciare dalle risposte ai bisogni dei più deboli”.

Visto lo straordinario momento vissuto dai biancazzurri, però, Consales pensa “a qualcosa di più ambizioso”. “Ed è questo il motivo per cui nelle prossime ore – scrive il sindaco - chiederò ai vertici dell’Enel Spa di verificare con noi, con un apposito incontro, se ci sono le condizioni per realizzare a Brindisi un ‘PalaEnel’ con impiego esclusivo di risorse della maggiore azienda energetica nazionale”.

“Sarebbe, ne sono certo, un segno tangibile della presenza dell’Enel sul nostro territorio attraverso una struttura che potrebbe essere utilizzata anche per realizzare grandi eventi e congressi e colmerebbe una lacuna della nostra città. Mi auguro – conclude Consales - che la mia proposta venga accolta e che, quindi, l’Enel valuti concretamente la possibilità di legare in maniera indelebile il suo nome allo sport cittadino”.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

  • “Bomba, se esplode città in sicurezza”. Scuole chiuse sabato e lunedì

Torna su
BrindisiReport è in caricamento