menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parlamento, ieri il debutto dei deputati brindisini

Terminate le operazioni di registrazione per D’Attis di Fi e per gli eletti del M5s Aresta, Macina e Palmisano: consegnata a tutti gli onorevoli copia della guida del parlamentare

BRINDISI – Il debutto degli onorevoli brindisini a Montecitorio. Da ieri sono tutti gli effetti deputati della Repubblica nella XVIII Legislatura: Mauro D’Attis, eletto nella lista di Forza Italia, arrivato da Brindisi, e gli avvocati Giovanni Luca Aresta di Mesagne, Anna Macina di Erchie e Valentina Palmisano di Ostuni, tutti e tre del Movimento CinqueStelle.

parlamento mauo d'attis-2

Il primo giorno in Parlamento

Hanno iniziato la loro avventura in Parlamento, a distanza di due settimane della elezioni politiche, e ne hanno dato loro stessi “notizia” sui rispettivi profili social. Quello di sempre, per D’Attis che con i social ha già maturato esperienza in termini di comunicazione durante tutto il periodo in cui è stato a Palazzo di città a Brindisi e poi a Bruxelles come componente del Comitato delle Regioni. D'Attis è stato uno fra i primi a terminare le operazioni di registrazione. Gli altri, i “grillini”, hanno un profilo nuovo come “portavoci del Movimento CinqueStelle” ed su queste pagine che intendono raccontare quel che accade nella Camera dei Deputati e prima ancora nel gruppo.

camera dei deputati-2

Gli adempimenti burocratici

Il primo giorno è volato via, destinato a entrare nell’album dei ricordi, con il cuore a mille per l’emozione. Anche perché se per qualcuno l’elezione poteva essere scontata, per altri no. Neppure sperata. Niente affatto, visto il complesso sistema elettorale. "L'emozione del Parlamento è un'altra cosa", ha detto D'Attis. "Ho la stessa sensazione di quando ho preso la patente, l'ho aspettata per tanto tempo ma quando l'ho pressa, stavo solo pensando a guidare. Se conosci i problemi della gentem sai già quello che devi fare".

La giornata di martedì 20 marso 2018 è stata dedicata agli aspetti “burocratici” ai quali i neo eletti deputati sono stati chiamati: in primis la registrazione, vale a dire l’identificazione dell’onorevole, il quale si è presentato munito di carta d’identità, fototessera e convocazione della Prefettura di Brindisi con cui il deputato è stato avvisato che “La Camera dei Deputati è convocata per venerdì 23 marzo 2018”. Gli adempimenti, infatti, sono stati necessari in vista della prima riunione della Camera.

guida al parlamento-2

Il kit del parlamentare

Ognuno ha un tesserino personale che dovrà usare per accedere all’Aula, con foto e firma. A tutti gli onorevoli è stata consegnata una copia della "guida" del parlamentare, una raccolta di "istruzioni" in cui sono concentrate tutte le condotte da seguire e il regolamento dei due rami del Parlamento nonché i servizi di supporto allo svolgimento delle funzioni. Manuale che dovrà essere studiato in tempi stretti, o quanto meno letto.

di maio e i parlamentari di Brindisi-2

Terminate le formalità gli onorevoli hanno incontrato i colleghi dei rispettivi partiti e movimenti: D’Attis, Forza Italia, Aresta, Macina e Palmisano il Movimento CinqueStelle che può contare in totale su 43 pugliesi eletti al Parlamento. Poi foto ricordo con i colleghi, postate su Fb. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento