menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianni Cuperlo, uno dei candidati alla segreteria nazionale del Pd

Gianni Cuperlo, uno dei candidati alla segreteria nazionale del Pd

Pd: costituito il comitato per Cuperlo

BRINDISI – Si prepara anche nel Brindisino il confronto precongressuale del Partito democratico. Ieri pomeriggio si è formalmente costituito, al termine di un dibattito sulle proposte e sul progetto del principale concorrente di Matteo Renzi alla segreteria nazionale, il coordinamento per Gianni Cuperlo.

BRINDISI - Si prepara anche nel Brindisino il confronto precongressuale del Partito democratico. Ieri pomeriggio si è formalmente costituito, al termine di un dibattito sulle proposte e sul progetto del principale concorrente di Matteo Renzi alla segreteria nazionale, il coordinamento per Gianni Cuperlo per la provincia di Brindisi. Ecco la nota inviata alla stampa dai promotori.

"Si è tenuto nel pomeriggio di ieri, a Brindisi, un primo e affollato incontro per discutere il documento di Gianni Cuperlo in vista del prossimo congresso del Pd. Iscritti, dirigenti e amministratori provenienti da più comuni e tanti non iscritti al Pd, ma interessati al documento del candidato alla segreteria nazionale, hanno avviato una seria riflessione sul Paese, sul territorio brindisino e sul partito come strumento in grado di generare partecipazione e come luogo di elaborazione di riflessioni e soluzioni per l'Italia e per la provincia di Brindisi.

I tanti intervenuti hanno palesato l'esigenza di un ritorno vero alla politica e all'impegno,fuori dagli slogan, dall'improvvisazione, da un certo cinismo carrieristico che ha infettato in questo ventennio anche il Pd. Non a caso il processo di normalizzazione che comincia a prendere piede a destra diventa un occasione anche per il Pd di riflettere su quanto è accaduto nel nostro Paese negli ultimi venti anni. Per capire che partito e che gruppi dirigenti servono per portare l'Italia fuori da un ciclo economico e sociale,contrassegnato da sempre maggiori disuguaglianze, da una profonda crisi dell'economia reale che ha creato un drammatico disagio sociale e giovanile.

La grande questione del lavoro è da affrontare prioritariamente e da ripensare anche attraverso il rinnovamento della politica che non può essere rilegata a non decidere più sulle questioni vere apparendo solo come ripiegata sulle cariche istituzionali, cosa di per se legittima ma che non può rappresentare la sola ragion d'essere di un soggetto politico e di un partito che si richiama ai valori della sinistra. Una sinistra rinnovata e un centrosinistra allargato e inclusivo per un nuovo progetto politico per il Paese, che rimetta al centro l'uomo, i suoi diritti, le sue speranze le sue esigenze, per avviare una stagione di "nuovo umanesimo" serve innanzitutto all'Italia.

Queste le ragioni che hanno spinto ieri i presenti a prendere parte attivamente a questa riflessione, e riunirsi in un coordinamento provinciale a sostegno della candidatura di Gianni Cuperlo. Sono intervenuti nel dibattito di ieri: Salvatore Tomaselli, Francesco Rogoli, Nicola Narcisi, Tonino Bruno, Mimmo Consales, Carmine Dipietrangelo, Michele Lastilla, Checco Laterrenia, Loredana Legrottaglie. L'impegno è adesso quello di diffondere il documento dal quale è partita la riflessione di ieri in ogni circolo della provincia di Brindisi e di costituire comitati per alimentare il dibattito sul Paese, sul territorio e sul partito, che possa dare un senso e un obiettivo ad un congresso che si celebrerà di qui a poco".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento