rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica Ostuni

Giovani Pd: “Direttore artistico per l’estate ed il solare sugli edifici pubblici”. Via al dibattito

OSTUNI – I giovani del Pd stilano un documento programmatico, suggerendo le direttrici per la città del futuro. Domani, intanto, Emiliano a Ostuni per i 150 anni Unità d’Italia e per inaugurare la nuova sezione. E sarà l’occasione per illustrare “Ostuni futura”. Le proposte sono chiare, significative, di peso: “Un direttore artistico per il cartellone dell’Estate ostunese, nuovi e più elastici orari per l’accesso alla biblioteca comunale, fotovoltaico sui tetti degli edifici pubblici, una società municipalizzata per la Gestione dei rifiuti”. Solo per citarne alcune. E tutte sembrano ruotare attorno a tre direttrici: Turismo, Cultura, Ambiente. Per i Giovani del Pd il tempo delle proposte concrete è maturo.

OSTUNI - I giovani del Pd stilano un documento programmatico, suggerendo le direttrici per la città del futuro. Domani, intanto, Emiliano a Ostuni per i 150 anni Unità d'Italia e per inaugurare la nuova sezione. E sarà l'occasione per illustrare "Ostuni futura". Le proposte sono chiare, significative, di peso: "Un direttore artistico per il cartellone dell'Estate ostunese, nuovi e più elastici orari per l'accesso alla biblioteca comunale, fotovoltaico sui tetti degli edifici pubblici, una società municipalizzata per la Gestione dei rifiuti". Solo per citarne alcune. E tutte sembrano ruotare attorno a tre direttrici: Turismo, Cultura, Ambiente. Per i Giovani del Pd il tempo delle proposte concrete è maturo.

Così ecco disegnata sulla carta la città del futuro. La sintesi? Un documento programmatico che parte dal presente e punta al domani, per dettare, al ritmo delle giovani generazioni e a metà mandato, l'agenda politico amministrativa della coalizione di centrosinistra guidata dal sindaco Domenico Tanzarella. Il secondo tempo dell'attuale compagine amministrativa? "Deve coinvolgere appieno la città, in tutte le sue risorse", spiegano Antonello Suma e Giuseppe Tagliente, dirigenti giovanili del Pd.

Ed il coordinamento cittadino dei Democratici, facendo proprio il documento programmatico stilato dalle nuove generazione del partito, lancia un messaggio altrettanto nitido agli alleati di centrosinistra: "Dai giovani, l'impulso per un rilancio programmatico, in prospettiva della seconda fase del mandato amministrativo". Eccole, dunque, le idee, per "Ostuni futura": partendo dal QTurismo, inteso come sintesi tra cultura, tradizione, musica, arte e relax ma anche come sistema di sviluppo che coinvolga, quali protagonisti attivi, gli operatori commerciali del settore.

"La cooperazione tra pubblico e privato, il lavoro congiunto e partecipato diventano l'unica soluzione per far fronte ai vari problemi che la città vive sotto il profilo dello sviluppo", affermano i giovani. Da qui la proposta di dar vita a una Conferenza permanente del turismo: "Un organismo - spiega Tagliente - che raccolga al suo interno gli imprenditori ed i soggetti del settore, le Associazioni di categoria, quelle ricreative della città".

Tra le ipotesi più interessanti, anche l'introduzione della figura del Direttore Artistico, per quanto attiene il Cartellone estivo: "Obiettivo importante da raggiungere è quello di armonizzare le iniziative tessendo un filo conduttore tinto di logica e continuità. Valorizzare le iniziative ormai consolidate nella città e fare leva su proposte nuove e originali deve diventare un obiettivo indispensabile per contribuire all'affermazione ulteriore di Ostuni nel settore turistico.

La presenza di un professionista potrebbe aiutarci ad intraprendere questo cammino. Un Direttore Artistico, dunque, che sia capace di raccogliere ed organizzare armoniosamente il ventaglio di iniziative, integrando il calendario con una serie di novità importanti, che possano attirare l'attenzione dei media nazionali ed essere pubblicizzate in maniera massiccia. Un professionista dell'organizzazione degli eventi, insomma, che possa coadiuvare l'Assessorato al turismo e la stessa Amministrazione Comunale ad offrire al pubblico un ricco ed interessante corpus di eventi ed iniziative di risalto, che si intreccino con la vocazione del territorio e con le sue tradizioni".

Per i giovani Ostuni deve propendere per un turismo di qualità: "Turismo di qualità vuol dire anche cura dell'arredo urbano, che diventa necessario per un'effettiva armonizzazione di strade, piazze e vicoli, al fine di offrire l'immagine di un unicum inscindibile, in cui ogni piccolo dettaglio possa riconoscersi come fondamentale e necessario per l'integrità urbana". Allo stesso modo, la qualità la si raggiunge offrendo un'adeguata informazione al turista. E quindi un altro suggerimento: "L'apertura di nuovi Turist-points (dislocati nei centri vitali della città) e l'installazione di una rete WI-FI pubblica e gratuita nelle zone più frequentate del territorio: Piazza della Libertà, la Scalinata Mons. Elio Antelmi, la Villa comunale, la Stazione ferroviaria, Villanova".

Altro punto strategico, su cui i giovani sono pronti a scommettere: la tutela dell'ambiente come volano dello sviluppo. "Puntiamo su un'idea di crescita basata sulla tutela del paesaggio, del patrimonio e sull'attenzione all'ecologia, tenendo sempre in considerazione i benefici che si potrebbero ottenere in termini turistici, economici, sociali e culturali". Tra le proposte in materia ambientale, anche quella di rendere autonomi, dal punto di vista energetico, tutti gli edifici pubblici comunali, mediante l'installazione di pannelli fotovoltaici.

"Questo - spiegano i ragazzi del Pd - permetterebbe, anzitutto, benefici sotto il profilo economico per le casse comunali, sempre più martoriate e disastrate a causa di cieche politiche nazionali, che se da un lato inneggiano ad istanze federaliste, dall'altro si dimostrano frutto di un assoluto centralismo accompagnato da continui tagli finanziari che, a lungo andare, rischiano di compromettere la capacità degli enti locali di riuscire ad assolvere ai rispettivi compiti minimi stabiliti dalla legge. Il fotovoltaico sugli edifici comunali risulta, oltre modo, un segnale importante per la collettività, perché lancia un messaggio forte e chiaro con riferimento al futuro delle politiche energetiche a tutti i livelli".

Ma la questione ambientale riserva ampio spazio anche ad ulteriori spunti di analisi. Fari puntati, così, sul ciclo dei rifiuti. "La raccolta differenziata "porta a porta" sarà certamente il banco di prova per tutti noi. Questa è l'iniziativa più delicata che il Comune dovrà seguire, con attenzione e scrupolo, nel dettaglio. E' auspicabile, quindi, una forte assunzione diretta di responsabilità da parte dell'Amministrazione. Per questo invitiamo tutti gli amministratori a valutare la possibilità concreta di costituire una Società municipalizzata di igiene urbana".

Ed infine, le proposte in tema di promozione culturale. "La conoscenza è fonte di crescita e di sviluppo, strumento di autonomia e di libertà". Obiettivo primario: idee per il rilancio della Biblioteca comunale. "Sono numerosi i giovani studenti che decidono di utilizzare questa struttura per studio personale, per ricerche di ogni genere, per la consultazione di libri di testo e dell'area Informa-Giovani. Emergono determinati disagi, causati principalmente da due fattori: l'orario di apertura al pubblico ed il numero di postazioni di studio.

Le esigenze degli studenti, in particolar modo quelle degli studenti universitari, spesso, mal si conciliano con le disposizioni vigenti. Più specificamente, ciò che gli studenti richiedono consiste nella possibilità di fruire del servizio di Sala lettura nell'arco dell'intera giornata, attraverso un sistema di orario continuato, ed attraverso una modifica delle disposizioni dell'orario di apertura all'utenza nel periodo estivo. Quindi le conclusioni: "Abbiamo voluto dedicare parte del nostro tempo - sottolinea Suma - per redigere questo documento per dar vita ad uno strumento che potesse rappresentare materialmente le nostre proposte. Le nostre idee sono frutto di un continuo dibattito vivo al nostro interno ed aperto verso l'esterno".

Doppio appuntamento, intanto, domani. Gli stessi Giovani Democratici di Ostuni hanno organizzato un'assemblea cittadina per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia e per un momento di riflessione sulla Costituzione italiana. L'incontro si terrà martedì 12 aprile alle ore 18.30, presso l'auditorium della Biblioteca comunale. "La Carta Costituzionale - spiegano il gruppo junior dei Democratici - costituisce uno strumento moderno di principi e di regole democratiche per favorire la coesione di tutto il Paese e lo sviluppo economico, civile e culturale di tutti gli italiani. La difesa della Costituzione costituisce un impegno dei democratici italiani che si deve rinnovare costantemente".

Alla manifestazione parteciperanno il sindaco di Bari, Michele Emiliano Presidente regionale del Partito Democratico, Giuseppe Fontana, segretario della Federazione dei Giovani Democratici di Taranto e tutte le forze politiche e sociali della città. Saluteranno gli intervenuti il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, il senatore del Partito Democratico, Salvatore Tomaselli e il Consigliere regionale Giovanni Epifani. La manifestazione sarà preceduta (alle ore 18) dalla cerimonia di inaugurazione della nuova sede della sezione cittadina del Pd, in Viale dello Sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani Pd: “Direttore artistico per l’estate ed il solare sugli edifici pubblici”. Via al dibattito

BrindisiReport è in caricamento