menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rosy Barretta e Matteo Renzi

Rosy Barretta e Matteo Renzi

Pd, scontro fra correnti: due donne aspiranti parlamentari per Brindisi, fuori Tomaselli

Rosy Barretta e Rubina Ruggiero in corsa. Negato il bis al senatore uscente, confermata Mariano alla Camera, via libera all’ostunese Epifani. E spunta l’ex commissario cittadino di Brindisi, Antonica, al Senato

BRINDISI – E' rosa il Pd che guarda al Parlamento partendo da Brindisi città: candidate sono Rosy Barretta, imprenditrice, e Rubina Ruggiero (nella foto in basso), avvocato, i cui nomi hanno superato gli scontri interni al Partito democratico, nella lunga notte di fuoco.

rubina ruggiero-2La prima, nome legato a Francesco Rutelli, e molto vicina a Matteo Renzi, è canditata al Senato, mentre il legale che a Brindisi ha sfiorato la volta scorsa l'ingresso in Consiglio comunale con Riccardo Rossi candidato sindaco, è stata inserita nella lista alla Camera. Niente da fare per l'uscente Salvatore Tomaselli, per il quale è arrivato il no al bis per il Senato.

I candidati

Elisa MarianoTra liti, paroloni e lacrime, il partito -  di Matteo Renzi -  ha dimostrato la propria forza muscolare e, alla fine, ha messo alla porta Salvatore Tomaselli dal Senato, espressione della corrente Orlando, negando la ricandidatura, concessa invece ad Elisa Mariano (di San Pietro Vernotico) alla Camera, accanto alla quale arrivano Giovanni Epifani (di Ostuni) come aspirante deputato e Fabiano Amati (di Fasano) come candidato senatore. Candidature che, per qualcuno, erano nell'aria. Le sorprese, invece, sono arrivate dalle donne, Barretta e Ruggiero, tandem al quale è affidata la rappresentanza della città di Brindisi

Camera dei deputati

Alla fine, alla Camera dei deputati è stato dato il via libera alla ricandidatura di Elisa Mariano, il cui nome figura nel collegio uninominale di Francavilla Fontana-Mesagne-Manduria, nel quale ricade San Pietro Vernotico. Guardando al collegio di Brindisi, il nome sul quale punta il Pd è quello di Giovanni Epifani di Ostuni. 

Mariano figura anche nel collegio plurinominale alla Camera dei deputati, per la Puglia 3, dove sono raggruppati i comuni di Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Cisternino, Fasano, Ostuni e San Vito dei Normanni: al primo posto c’è Ubaldo Pagano, quindi Mariano, poi Massimiliano Stellato e infine Rubina Ruggiero.

Senato della Repubblica

sandra antonica-2Esclusa la ricandidatura dell’uscente Tomaselli, espressione della corrente che fa capo ad Andrea Orlando, il Pd ha scelto di puntare nel collegio plurinominale per la Puglia 2, Brindisi-Lecce e Taranto: Dario Stefano, Sandra Antonica di Galatina, già sindaco, e di recente commissario cittadino del Pd a Brindisi dopo le dimissioni del segretario cittadino Antonio Elefante, poi Vito Gallo e Rosy Barretta.

Il nome di Barretta già in passato era venuto a galla in chiave elettorale. Questa volta sarebbe stato presentato direttamente a Roma.

Nelle ultime ore anche a Brindisi è fatta sentire la rabbia di alcuni tesserati Pd. Antonio ElefanteL’ex segretario cittadino del Partito democratico di Brindisi, Antonio Elefante, non è riuscito a trattenersi: “Si è uomini di partito, uscendo gli attributi”, ha scritto sulla sua pagina, in un italiano non proprio impeccabile a voler essere pignoli. Il concetto, in ogni caso, lo ha reso eccome. “Non accentando silenti tutto e tutti”. Non solo delusione, ma rabbia.

In vista delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, nel centrodestra restano ancora diversi nodi da sciogliere. Lo stesso Raffaele Fitto non ha ancora ufficializzato la sua candidatura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento