rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Pd: serviti agli alleati due nomi

BRINDISI – Elezioni: ore decisive nel centrosinistra brindisino, alle prese con il rebus più difficile. Il Partito democratico, chiamato a individuare in seno alla società civile il candidato ideale da offrire alla coalizione, al termine di una riunione fiume del Comitato dei delegati per le amministrative (alla quale ha preso parte anche il segretario regionale Sergio Blasi), avrebbe avanzato, dopo essersi ampiamente confrontato, due proposte di candidature a sindaco che da domani porterà al vaglio delle forze politiche della coalizione. In corsa, dunque, l’imprenditore Carmelo Grassi (presidente del Teatro pubblico pugliese, sostenuto con forza nel corso delle consultazioni svolte dalla segreteria tra i quadri provinciali e di base del Pd) e il giornalista Mimmo Consales (le cui quotazioni sono maturate dopo il passo indietro annunciato nei giorni scorsi da Giovanni Carbonella).

BRINDISI ? Elezioni: ore decisive nel centrosinistra brindisino, alle prese con il rebus più difficile. Il Partito democratico, chiamato a individuare in seno alla società civile il candidato ideale da offrire alla coalizione, al termine di una riunione fiume del Comitato dei delegati per le amministrative (alla quale ha preso parte anche il segretario regionale Sergio Blasi), avrebbe avanzato, dopo essersi ampiamente confrontato, due proposte di candidature a sindaco che da domani porterà al vaglio delle forze politiche della coalizione. In corsa, dunque, l?imprenditore Carmelo Grassi (presidente del Teatro pubblico pugliese, sostenuto con forza nel corso delle consultazioni svolte dalla segreteria tra i quadri provinciali e di base del Pd) e il giornalista Mimmo Consales (le cui quotazioni sono maturate dopo il passo indietro annunciato nei giorni scorsi da Giovanni Carbonella).    

Queste le indiscrezioni, visto che il segretario provinciale Pd, Corrado Tarantino, esclude che ci sia un braccio di ferro sui nomi, sottolineando che "l?incontro odierno è stato utile soprattutto per mettere a punto idee e programmi da presentare alla coalizione". Dichiarazioni che stonano con quelle che avrebbe reso, invece, a margine del vertice, il coordinatore cittadino del partito, Antonio Elefante, secondo il quale nel comitato cittadino l'ipotesi Grassi non sarebbe ben vista. Esternazioni a parte, da domani le trattative entreranno davvero nella stretta finale.  A Sinistra del Pd e al centro i contatti sarebbero già iniziati.

?Ci attendavamo un nome, pare che ne siano in corsa ancora due. Credo che il Pd debba fare un ulteriore e definitivo sforzo di chiarezza?, il commento del segretario provinciale del Partito socialista, Domenico Tanzarella. Decisiva, come già accaduto per la proposta Carbonella, sarà in ogni caso la posizione che assumeranno l?Udc e Noi centro, forze che fanno riferimento diretto al presidente della Provincia, Massimo Ferrarese.

L?obiettivo comune, sulla carta, è quello di favorire un progetto politico amministrativo che veda il sostegno e il contributo di una larga maggioranza: da Sel sino all?Udc. Forze politiche, queste ultime, che vedrebbero di buon grado la discesa in campo di Grassi.  Sempre a sinistra, infine, resta l?incognita legata alle decisioni del consigliere regionale Giovanni Brigante, che voci insistenti darebbero già pronto a formalizzare la propria, autonoma candidatura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd: serviti agli alleati due nomi

BrindisiReport è in caricamento