rotate-mobile
Politica

Pennetta non se ne va manco morto: "Prima eliminare tutti gli altri incompatibili"

BRINDISI – Per sradicare Giampiero Pennetta dalla sua poltrona di presidiente del consiglio comunale di Brindisi ci vorrà ben altro della sfiducia dei suoi ex compagni. Aspetta il sabato, Pennetta, e che i riflettori si spengano dalle emergenze e dagli eventi della settimana, e sferra il suo attacco con un comunicato pubblico utilizzando – ritenendolo suo diritto – il servizio stampa del Comune. Questa “congiura dei Pazzi” in salsa molto brindisina (e tutta Pdl), in cui non si capisce chi sia il Principe visto che Pennetta non si sente da meno del sindaco, ha martoriato i cosiddetti a molta gente perché non si capisce cosa dovrebbe ricavarne la città da un esito o l’altro della querelle. Ma, per la cronaca e solo per essa, la faccenda oggi va aggiornata con una richiesta formale del presidente del consiglio comunale al sindaco affinchè il consigliere Roberto Rizzo (Brindisi c’è) non partecipi al voto di sfiducia non essendo compatibile con la carica.

BRINDISI - Per sradicare Giampiero Pennetta dalla sua poltrona di presidente del consiglio comunale di Brindisi ci vorrà ben altro della sfiducia dei suoi ex compagni. Aspetta il sabato, Pennetta, e che i riflettori si spengano dalle emergenze e dagli eventi della settimana, e sferra il suo attacco con un comunicato pubblico utilizzando - ritenendolo suo diritto - il servizio stampa del Comune. Questa "congiura dei Pazzi" in salsa molto brindisina (e tutta Pdl), in cui non si capisce chi sia il Principe visto che Pennetta non si sente da meno del sindaco, ha martoriato i cosiddetti a molta gente perché non si capisce cosa dovrebbe ricavarne la città da un esito o l'altro della querelle. Ma, per la cronaca e solo per essa, la faccenda oggi va aggiornata con una richiesta formale del presidente del consiglio comunale al sindaco affinchè il consigliere Roberto Rizzo (Brindisi c'è) non partecipi al voto di sfiducia non essendo compatibile con la carica.

Infatti, dice Pennetta, "in merito ad una presunta inesistente incompatibilità che si ascrive alla mia persona, non posso non sottolineare per l'ennesima volta che nel Comune di Brindisi esistono molti altri casi di palesi incompatibilità ai quali, però, non viene dedicata la stessa attenzione che invece è stata riposta nel mio caso. Un esempio lampante è costituito proprio dal dott. Roberto Rizzo il quale è stato confermato nella carica di 'medico competente' del Comune di Brindisi nonostante ricopra il ruolo di consigliere comunale. Del caso si è occupata anche la stampa locale, senza che l'amministrazione comunale abbia adottato alcun provvedimento politico ed amministrativo".

Il presidente del consiglio comunale spara a zero anche su alcuni funzionari che non cita per nome e cognome ma unisce tutti insieme in una sorta di atteggiamento omissivo, da cui dipenderebbero le già citate incompatibilità. Giampiero Pennetta ovviamente si assume le responsabilità di ciò che dice. Il caso comunque si dovrebbe risolvere prima delle ferie estive. Poi bisognerà pensare a mettere la città in grado di offrire una degna accoglienza al congresso nazionale dell'Anci e per molti versi non sarà affatto meno impegnativo dei preparativi per la visita papale del 2009.

Pennetta però è tutt'altro che rassegnato: "E' impensabile che una questione già osservata negli anni 2003-2004 dal collegio sindacale sia ignorata in questo modo dai dirigenti che sono gli stessi che operavano con l'esecutivo che fu decapitato dall'autorità giudiziaria. E sempre questi dirigenti, vale la pena ricordarlo, sono tra i più pagati d'Italia ed anche per questo devono farsi carico di maggiori responsabilità e di controlli estremamente accurati che, invece, è sin troppo evidente che non esistono". Quindi non solo il caso Rizzo: "Per questo motivo il presidente Pennetta ribadisce che in via prioritaria rispetto alla mozione di sfiducia che lo riguarda si debbano affrontare tutte le incompatibilità che oggettivamente esistono all'interno dell'ente". Poi si vedrà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pennetta non se ne va manco morto: "Prima eliminare tutti gli altri incompatibili"

BrindisiReport è in caricamento