Politica

Cannalire e Renna assediano Consales: al Comune si litiga sempre

Su che genere di maggioranza può fare conto il sindaco Mimmo Consales, e su che razza di situazione pesa sulle sorti della città di Brindisi prigioniera di una politica litigiosa e personalistica, appare sempre più chiaro con la reazione di stamani della coppia Francesco Renna – Francesco Cannalire, dopo alcune dichiarazioni del sindaco

BRINDISI – Su che genere di maggioranza può fare conto il sindaco Mimmo Consales, e su che razza di situazione pesa sulle sorti della città di Brindisi prigioniera di una politica litigiosa e personalistica, appare sempre più chiaro con la reazione di stamani della coppia Francesco Renna – Francesco Cannalire, dopo alcune dichiarazioni del sindaco riportate da un quotidiano stampa locale con l’autosospensione di entrambi dalla maggioranza stessa, e con la richiesta di Cannalire all’assessore di riferimento, Antonio Ingrosso, di rassegnare le dimissioni dall’incarico. Salvo poi affrontare tutto nel prossimo vertice di maggioranza.

Francesco RennaDue comunicati fotocopia inviati alle redazioni, tutti e due conclusi da un elenco altrettanto fotocopia di domande al sindaco su che fine abbiano fatto il Piano della costa e il Pug, sulla situazione del problema dei rifiuti e sull’aumento della tassa relativa. Ovviamente Cannalire e Renna, pur facendo parte della maggioranza sino a poche ore fa, con i ritardi e i problemi irrisolti non c’entrano niente. Tutto ciò avviene a due o tre giorni di distanza dalla nomina del nuovo assessore ai servizi sociali del gruppo di Impegno sociali, e della delega speciale all’industria conferita al consigliere centrista Lucio Licchello.

Francesco Cannalire (Alleanza per l'Italia)Cosa aveva detto Consales al “Quotidiano di Puglia”? Che era in attesa di comprendere quali fossero le posizioni dei consiglieri comunali Francesco Renna e Francesco Cannalire. Ha scatenato l’inferno. Praticamente finita “l’estate da bere”, e naufragati i sogni di gloria (un seggio alla Regione), torna il grigiore di una coalizione che dipende totalmente dalle posizioni e dagli interessi individuali. Il confronto politico non esiste: esiste solo l’immediato ricorso alle minacce di far mancare il voto in consiglio comunale. E così Brindisi non può andare avanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cannalire e Renna assediano Consales: al Comune si litiga sempre

BrindisiReport è in caricamento