Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica San Vito dei Normanni

Decide il centrodestra locale: consiglieri e assessori ricandidano Magli

Il centrodestra non cambia candidato rispetto alle passate elezioni amministrative, e per le comunali di maggio ripropone il sindaco uscente Alberto Magli come sfidante del centrosinistra e dell’altra candidata della destra, Silvana Errico, che scenderà in campo con le proprie liste civiche

SAN VITO DEI NORMANNI – Il centrodestra non cambia candidato rispetto alle passate elezioni amministrative, e per le comunali di maggio ripropone il sindaco uscente Alberto Magli come sfidante del centrosinistra e dell’altra candidata della destra, Silvana Errico, che scenderà in campo con le proprie liste civiche. Previsione sin troppo facile: se il centrosinistra non riuscirà a trovare una candidatura forte, e possibilmente anche l’unità attorno al candidato, a San Vito dei Normanni andranno al ballottaggio la Errico e Magli.

Dunque, nulla di nuovo sul fronte occidentale. Gli elettori sanvitesi dell’area di centrodestra avranno da scegliere tra due persone che calcano le scene della politica locale da tempo, una condizione che solo gli avversari possono trasformare in un punto debole, altrimenti di fronte ad una eventuale pochezza della proposta alternativa non ci sarà partita. Il tentativo del commissario inviato dalla segreteria provinciale di Forza Italia a San Vito, il senatore Vittorio Zizza (ex sindaco di Carovigno), di convincere Magli a partecipare a primarie di coalizione è fallito – Silvana Errico era invece pronta a misurarsi in questa prova – di fronte al muro del partito locale e liste alleate.

La sera di venerdì scorso 6 febbraio la candidatura di Magli, che l’ha accettata, è stata confermata nel corso di una riunione cui hanno partecipato amministratori uscenti e consiglieri comunali, e non il partito di Forza Italia che è commissariato. Non si conosce invece al momento la decisione della segreteria provinciale che non è stata ufficialmente comunicata, e quindi se ci sarà un verdetto di adeguamento alla decisione presa in sede locale oppure altri orientamenti.

All’incontro c’erano – dice una breve nota dei partecipanti alla riunione di investitura - Luigi Boggia, vice sindaco uscente, e gli assessori Gianvito Ingletti, Antonio Cavaliere, Stefania Taurino e Vincenzo Nigro. Poi i consiglieri          Cosimo Falcone, Giacomo Viva, Luigi Termite, Giuseppe Urgese, Alessandra Pennella, Cosimo Zurlo, Raffaele Lamarina, oltre ai rappresentanti delle liste Bruno Lapresa, Piero D’Errico, Danino Valente, Maurizio Caroli e Pierluigi Di Viesto, dei gruppi consiliari di Forza Italia, Fratelli d’Italia, La Puglia Prima di Tutto, Democrazia Cristiana e Alleanza per Magli, e i rappresentanti delle liste Bruno Lapresa, Piero D’Errico, Danino Valente, Maurizio Caroli e Pierluigi Di Viesto.

Nessuna nuova, sempre sul piano ufficiale, vale a dire una notizia di conclusione del percorso della ricerca di candidati di coalizione o di partito, dal settore del centrosinistra. Pd da una parte, e Sel e movimenti locali dall’altra, sembrano ancora distanti dal risultato. Girano vari nomi e ipotesi, ma una cosa è certa: ci vogliono una svolta reale e un progetto credibile che non possono poggiare sul grigiore dell’opposizione condotta in questi anni. Cui è dovuta, evidentemente, anche la difficoltà di trovare intese su un nome forte e unitario su cui puntare.              

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decide il centrodestra locale: consiglieri e assessori ricandidano Magli

BrindisiReport è in caricamento