Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Alla fine hanno votato meno elettori delle precedenti amministrative

Si è rivelata in calo rispetto alle precedenti elezioni comunali, alla fine della lunga giornata di accesso ai seggi, la percentuale dei votanti nei quattro comuni del Brindisino chiamati al voto

Si è rivelata in calo rispetto alle precedenti elezioni comunali, alla fine della lunga giornata di accesso ai seggi, la percentuale dei votanti nei quattro comuni del Brindisino chiamati al voto. Nel capoluogo 68,01 per contro il 70,19 della tornata precedente. A Cisternino 66,79 contro il 70,98 della volta scorsa. A San Pancrazio Salentino ha votato il 64,05 contro il 77, 13 delle precedenti elezioni, con la percentuale più bassa tra le quattro realtà impegnate nel rinnovo dei consigli comunali e nell'elezione del nuovo sindaco, ma anche il calo più forte di partecipazione. A Fasano la percentuale di votanti più alta, sia pure in calo:  71,78 contro 74,16. Il dato finale provinciale è 68,64 contro il 71,81.

Alle 19 si era recato alle urne il 50,66 per cento. Migliore dato quello di Brindisi con il 51,59 per cento, poi quello di Fasano con il 51,39, quindi nell'ordine Cisternino con il 47,32 per cento e infine San Pancrazio Salentino con il 44,14. Il rilevamento della ore 12 effettuato dalla prefettura di Brindisi diceva che nei quattro comuni impegnati nel voto amministrativo si era recato alle urne il 21,85 per ento degli aventi diritto La percentuale più alta proprio nel capoluogo con il 23,02 per cento. Seguiva  Fasano con il 21,82 per cento dei votanti. Quindi 18,82 per ento Cisternino ed infine S.Panrazio Salentino con il 17,18 per cento

A Brindisi i candidati sono sei.  Stefano Alparone per il Movimento 5 Stelle Brindisi; Angela Carluccio per i moderati, con cinque liste, vale a dire Noi Centro, Brindisi Prima di tutto, Cor, Impegno sociale e Democratici per Brindisi; Nando Marino per il centrosinistra, con sette liste, ossia Pd, Udc, La puglia in più, Brindisi popolare, Nando Marino sindaco, Cantiere giovani e Brindisi Rinasce (in più rispetto alla composizione originaria); Nicola Massari per il centrodestra, con quattro liste, Forza Italia, Viva Brindisi, Fratelli d’Italia e Federazione Popolare (in più rispetto alla coalizione originaria); Simona Pino d’Astore con tre liste civiche, Brindisi piazza pulita, Un’amica in comune e Brindisinazione; Riccardo Rossi per Brindisi Bene Comune e Sinistra per Brindisi.“

Fasano, esprime cinque candidati. Il sindaco uscente Lello Di Bari (centrodestra), dimessosi lo scorso settembre a seguito di una crisi di maggioranza, è supportato da quattro liste: Forza Italia, Fratelli d’Italia, Conservatori e Riformisti, Liberi dì. Francesco Zaccaria (centrosinistra), vincitore delle primarie, è sostenuto da quattro liste: Pd, Fasano 2016, AltreMenti, In Comune. Giacomo Rosato è sostenuto da quattro liste: Circoli nuova Fasano, Noi ci siamo, Casa del cittadino, Fasano democratica. Il Cristiano riformista Antonio Massimo Clarizio è a capo di una coalizione costituita cinque liste: Fasano popolare, Cristiano Riformisti-Centro Democratico, Udc, Giovani per Fasano con Antonio Clarizio, A tutta Fasano. E poi c’è il candidato del Movimento 5 stelle, Raffaele Trisciuzzi.

San Pancrazio Salentino e Cisternino, avendo una popolazione inferiore ai 15mila abitanti, hanno una sola lista per candidato. A San Pancrazio sono due gli aspiranti al ruolo di amministratori del paese: il sindaco uscente Salvatore Ripa (centrosinistra),  Vito Schito (Movimento 5 Stelle). Tre candidati anche a Cisternino: il sindaco uscente Donato Baccaro (Cisternino insieme), sostenuto dai partiti Sel, Pd, Partito Socialista, Udc e Società Civile; Luca Convertini (Noi Cisternino); Angela Savino (Opportunità civica).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla fine hanno votato meno elettori delle precedenti amministrative

BrindisiReport è in caricamento