menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzio Asi, Francavilla Fontana: fibrillazioni nella maggioranza

Il movimento del presidente del consiglio comunale dice no all'ipotesi di fuoriuscita ventilata dall'assessore Magliola

FRANCAVILLA FONTANA – L’ipotesi di fuoriuscita dal Consorzio Asi provoca delle fibrillazioni nella maggioranza di Francavilla Fontana. Il Movimento Idea per Francavilla, di cui fa parte il presidente del consiglio comunale, Domenico Attanasi (foto in basso), prende di fatto le distanze dalla posizione espressa dall’assessore alle Attività produttive, Domenico Magliola, che in una dichiarazione rilasciata ieri (venerdì 19 febbraio) a Brindisi Report ha rimarcato come l’amministrazione comunale francavillese continui a pagare il Consorzio Asi “senza alcun beneficio”.  E’ pari a 40mila euro la somma che la Città degli imperiali sborsa annualmente per l’ente, di cui è socia insieme ai comuni di Brindisi, Fasano e Ostuni. Ma per Magliolia non vi sarebbe più convenienza in un impego economico di questo tipo, alla luce anche del progetto di accorpamento dei Consorzi Asi pugliesi al vaglio della Regione.

Domenico Attanasi

Idea per Francavilla, però, “smentisce la tesi – si legge in un post pubblicato sul profil Facebook del movimento - secondo la quale l’amministrazione comunale di Francavilla starebbe valutando la propria fuoriuscita dal Consorzio Asi di Brindisi”.  “In realtà tale ipotesi non ha mai formato oggetto di discussione all’interno della maggioranza e in ogni caso - si legge ancora nella nota - non è all’ordine del giorno dell’agenda dell’amministrazione Denuzzo, la quale, in linea con lo stile che ne ha sempre contraddistinto l’azione politica, seguirà in maniera laica, attenta e responsabile le vicende amministrative del consorzio brindisino fino alla loro definitiva evoluzione”. “Peraltro e nel merito –rimarca ancora il movimento - la ventilata fuoriuscita dall’Asi condannerebbe la città di Francavilla ad una forma di isolamento e di marginalizzazione del tutto in controtendenza rispetto alla centralità commerciale e politica che la Città degli Imperiali ha invece sempre ricoperto nel territorio brindisino”.

Ad aprire il confronto sul ruolo di Francavilla nel consorzio Asi è stato il consigliere d’opposizione Antonio Andrisano (capogruppo di Forza Italia), che attraverso un’interrogazione depositata nei giorni scorsi ha chiesto al sindaco Denuzzo di riferire in consiglio comunale sulla vicenda, alla luce delle polemiche scaturite dalla mancata approvazione del bilancio 2019 dell’ente da parte del collegio dei revisori. Andrisano ora rileva come sta sia stato sufficiente un suo “breve, anzi, brevissimo intervento per far emergere una significativa diversità di posizioni, di vedute e prospettive sulla questione Asi”.

Antonio Andrisano-2

“Dapprima il sindaco pronto, come sempre – afferma Andrisano - a parlare di tutto e ad affrontare in consiglio comunale la questione Asi chiedendosi, poi, lui, che è il primo cittadino, quale debba essere la ‘condizione’ del Comune all’interno del consorzio prospettando, sempre lui, la necessità di una verifica di quali servizi l’ente comunale riceva alla luce della quota di partecipazione che annualmente versa in favore del predetto Consorzio”. “Interveniva poi l’assessore alle Attività produttive – prosegue Andrisano - che paventava, addirittura, una fuoriuscita del comune di Francavilla Fontana dall’Asi Brindisi. Da ultimo, ma non per ultimo, interveniva Idea, movimento politico del presidente del consiglio comunale, che bacchettava sindaco ed assessore smentendo ogni ipotesi di fuoriuscita dal Consorzio Asi”.

“Questa diversità di vedute e di opinioni, tutte legittime e rispettabilissime – sostiene Andrisano - ci consegna un dato oggettivamente preoccupante: è di tutta evidenza che nel corso di queste settimane e di questi mesi, neppure gli esponenti politici più autorevoli e rappresentativi della maggioranza di governo francavillese, avevano ritenuto di affrontare la questione Asi onde valutare e concordare una posizione comune. A questo punto sarà oltremodo interessante il dibattito in consiglio comunale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola: il Tar sospende l'ordinanza regionale, si torna in aula

Attualità

Genitori e alunni contro la Dad: flashmob davanti alle scuole

social

Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Un Romeo a quattro zampe, Willy attende l'amata sotto al balcone

  • social

    Mesagne, bando "Honestas": proclamato il vincitore

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento