menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Marina di Brindisi, particolare

Il Marina di Brindisi, particolare

Porticciolo, la relazione della Quartulli: "Debiti pesanti, ma il rilancio non è impossibile"

BRINDISI – Se ne è discusso anche nel Consiglio comunale di ieri pomeriggio, durante il dibattito sul primo punto all’ordine del giorno. Il presidente della società “Bocche di Puglia”, partecipata del Comune, e che si occupa del porticciolo turistico, ha relazionato qualche giorno fa in Commissione comunale sullo stato della società e, inevitabilmente, della struttura.

BRINDISI - Se ne è discusso anche nel Consiglio comunale di ieri pomeriggio, durante il dibattito sul primo punto all'ordine del giorno. Il presidente della società "Bocche di Puglia", partecipata del Comune, e che si occupa del porticciolo turistico, ha relazionato qualche giorno fa in Commissione comunale sullo stato della società e, inevitabilmente, della struttura.

Ada Quartulli ha riferito sui primi dati del bilancio appena approvato e che comunque riguarda la gestione precedente, ma ha tracciato anche un quadro su quello che è il futuro del porticciolo turistico. E' la stessa Quartulli ad ammettere di essere finora sempre sottratta ad interviste sulla stampa legata alla questione-porticciolo perchè l'obiettivo è quello di "parlare attraverso i risultati di bilancio". Il problema, però, è che finora proprio dei risultati non si è riuscito a discutere, giacchè non solo i media ma tutti i cittadini hanno potuto rendersi conto dello stato di abbandono in cui versa il porticciolo.

Secondo la Quartulli, le priorità sono: riottenere la disponibilità dei locali per riattivare il servizio di bar-ristorazione, far partire la cantieristica di rimessaggio e di manutenzione barche attrezzate con gru e officina; riordinare tutti i servizi. "In esecuzione della sentenza del Tribunale di Brindisi del 22 aprile 2010 - ha detto la Quartulli -, finalmente la società ha riottenuto la disponibilità dei locali ristorazione, bar e pizzeria ed è stata già presentata all'Ufficio Commercio Comunale la richiesta di assegnazione di licenza di esercizio. Sono in corso di completamento i lavori di cantieristica per la realizzazione e l'allestimento di un capannone di rimessaggio per il ricovero di imbarcazioni, anche di notevoli dimensioni, per fornire assistenza tecnica, manutenzione e rimessaggio".

Si sta avviando, secondo quanto sostenuto dalla Quartulli, uno studio di fattibilità per l'apertura per l'apertura di un emporio (tipo autogrill) destinato ai diportisti in transito in maniera che offra la possibilità di effettuare acquisti di prodotti alimentari comuni e di specialità locali, nonché abbigliamento ed attrezzature per la navigazione, ma anche giornali, tabacchi ed altro.

Aggiungendo che è finalmente in fase di costruzione il sito internet e che su iniziativa del Comune, è stato anche assicurata la prossima installazione di un sistema di videosorveglianza con telecamere fisse, oltre al collegamento wireless per diportisti e alla possibilità di prenotare on line i posti in barca. "Lunedì scorso - ha ricordato la Quartulli - sono state raccolte le offerte per l'assegnazione dei servizi in outsourcing. La trattativa è stata condotta a livello privatistico. Nel capitolato d'appalto è stato imposto, su mia iniziativa, che le maestranze da impiegare fossero residenti a Brindisi. Si sta infine predisponendo un piano organico-funzionale degli ulteriori servizi necessari al rilancio del "Marina" con un diverso piano funzionale di assegnazione dei locali".

Dal punto di vista amministrativo-contabile, oltre al contenzioso con Blu Marine srl, la società che aveva in gestione il ristorante-bar ("moroso da oltre due anni"), vi è da intensificare il recupero crediti verso i diversi utenti della struttura, occupanti senza titolo di locali commerciali, occupanti con contratto ma morosi, e diportisti e proprietari di barche anch'essi morosi. La conclusione finale è tuttavia desolante: "La gestione rimane però vincolata dai debiti. A breve, sarà richiesta una conferenza di servizi con tutti gli assessori comunali interessati ad un rilancio della struttura".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento