rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica Oria

"Pressioni sui candidati per Pomarico". Curto denuncia manovre a Oria ma non fa nomi

ORIA - E' già cominciata tra tensioni, e ben prima della convocazione dei comizi elettorali, la campagna che porterà i cittadini di Oria in primavera al rinnovo del consiglio comunale e all'elezione del nuovo sindaco. Secondo il consigliere regionale e commissario provinciale dell'Udc, Eprepio Curto, sarebbero in corso manovre sleali per ostacolare la formazione delle liste a sostegno del candidato sindaco designato dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, e accettato da tutto il centrosinistra locale, vale a dire l'attuale assessore provinciale Cosimo Pomarico.

ORIA - E' già cominciata tra tensioni, e ben prima della convocazione dei comizi elettorali, la campagna che porterà i cittadini di Oria in primavera al rinnovo del consiglio comunale e all'elezione del nuovo sindaco. Secondo il consigliere regionale e commissario provinciale dell'Udc, Eprepio Curto, sarebbero in corso manovre sleali per ostacolare la formazione delle liste a sostegno del candidato sindaco designato dal presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, e accettato da tutto il centrosinistra locale, vale a dire l'attuale assessore provinciale Cosimo Pomarico.

"Nel sollecitare gli amici di Oria vicini all'assessore provinciale Mimino Pomarico a ufficializzare quanto prima possibile questa autorevole candidatura a sindaco, voglio auspicare - scrive Curto - che non solo la campagna elettorale, ma anche le fasi propedeutiche ad essa, e cioè le procedure per la formazione delle liste, non siano inquinate da comportamenti scorretti, anzi travalicanti i limiti della liceità".

Curto annuncia drastiche contromisure, che potrebbero anche implicare un intervento del prefetto: "Ho, infatti, notizia di pressioni che sarebbero state esercitate nei confronti di candidati e di semplici cittadini al fine di far ritirare loro le candidature, nonchè per potersi garantire il sostegno in campagna elettorale, pena ritorsioni varie. Voglio sperare che si capisca - conclude Curto senza fare nomi e indicare da quale parte provengano le presunte azioni di pressing sui potenziali candidati - che l'Udc ed io personalmente non tollereremo situazioni di questo genere che non esiteremmo a denunciare immediatamente a sua eccellenza il prefetto di Brindisi e alla stessa Procura della Repubblica".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pressioni sui candidati per Pomarico". Curto denuncia manovre a Oria ma non fa nomi

BrindisiReport è in caricamento