rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Politica

Pri, la telenovela continua

BRINDISI - La telenovela PRI/Renna si arricchisce di un nuovo episodio, e questa volta il protagonista è il padre del consigliere comunale, Vincenzo Renna, che ha scritto ai vertici locali del partito per annunciare l'autosospensione del figlio Francesco dal partito. «In merito all’articolo apparso stamane du un giornale locale, circa la sospensione dal PRI del consigliere comunale Francesco Renna, è bene che tutti gli addetti ai lavori sappiano che il direttivo cittadino del PRI, che ha comminato la sospensione cautelativa, è un organismo non eletto democraticamente da un congresso, ma a cui finora si accede per designazione. Di tale direttivo designato sino a ieri faceva parte anche il sottoscritto, che essendo il padre del Consigliere da sospendere non è stato invitato (e per la verità non sono stati invitati anche altri amici che non hanno condiviso il golpe attuato)».

BRINDISI - La telenovela PRI/Renna si arricchisce di un nuovo episodio, e questa volta il protagonista è il padre del consigliere comunale, Vincenzo Renna, che ha scritto ai vertici locali del partito per annunciare l'autosospensione del figlio Francesco dal partito. «In merito all?articolo apparso stamane du un giornale locale, circa la sospensione dal PRI del consigliere comunale Francesco Renna, è bene che tutti gli addetti ai lavori sappiano che il direttivo cittadino del PRI, che ha comminato la sospensione cautelativa, è un organismo non eletto democraticamente da un congresso, ma a cui finora si accede per designazione. Di tale direttivo designato sino a ieri faceva parte anche il sottoscritto, che essendo il padre del Consigliere da sospendere non è stato invitato (e per la verità non sono stati invitati anche altri amici che non hanno condiviso il golpe attuato)».

Se 2 più 2 fa quattro: «È da presumere che la sospensione sia stata deliberata dall?accoppiata Nacci/De Rinaldis Saponaro a cui si aggiunge il segretario Cittadino Alberto Guadalupi. Siamo curiosi di conoscere le motivazioni dell'atto. Ma sappiano questi Signori che mai saremo d?accordo nel sostenere atti e delibere che sono al limite della legalità e che soprattutto non collimano con gli interessi più generali dei cittadini di Brindisi. Nel prossimo Consiglio Comunale del 9 agosto il consigliere Francesco Renna esporrà le motivazioni del suo voto sull?ordine del giorno presentato dal consigliere Giovanni Brigante sulla delibera di affidamento dell?Estate Brindisina alla agenzia Motumus; ma non mi pare che questo tipo di affidamento nella sua modalità fosse stato previsto nell?accordo di programma condiviso dal PRI ed in cui il consigliere Francesco Renna si riconosce come meglio ribadito dallo stesso nell?ultimo Consiglio Comunale. Per tutto quanto sopra a far data da oggi il sottoscritto si autosospende dal PRI».

Per ora, dunque, Renna è fuori dal partito. Il 9 agosto, stando alle parole scritte dal padre, potrebbe compiere un passo verso l'opposizione, o quantomeno l'indipendenza dalla maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pri, la telenovela continua

BrindisiReport è in caricamento