rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Politica

Provincia: approvato il bilancio di previsione 2010 tra perplessità e carenze

BRINDISI – E’ stato approvato con 18 voti favorevoli e 7 contrari il bilancio di previsione 2010 della Provincia di Brindisi. Un documento economico criticato dall’opposizione, che ha visto anche bocciare tutti gli emendamenti presentati ad eccezione di quelli sulla sicurezza stradale, e definito davvero povero di iniziative. La relazione con cui l’assessore al Bilancio, Vincenzo Baldassarre, lo ha presentato in realtà non è bastata a fugare i dubbi: davvero poche le informazioni fornite al consiglio che però non è riuscito neppure a rimandare la votazione, come invece aveva proposto Cosimo Ferretti.

BRINDISI - E' stato approvato con 18 voti favorevoli e 7 contrari il bilancio di previsione 2010 della Provincia di Brindisi. Un documento economico criticato dall'opposizione, che ha visto anche bocciare tutti gli emendamenti presentati ad eccezione di quelli sulla sicurezza stradale, e definito davvero povero di iniziative. La relazione con cui l'assessore al Bilancio, Vincenzo Baldassarre, lo ha presentato in realtà non è bastata a fugare i dubbi: davvero poche le informazioni fornite al consiglio che però non è riuscito neppure a rimandare la votazione, come invece aveva proposto Cosimo Ferretti.

"Tra gli obiettivi più importanti - ha voluto commentare il presidente Massimo Ferrarese in una nota - è necessario ricordare l'impegno con cui stiamo operando per realizzare le circonvallazioni in alcune città, per raggiungere standard elevati di sicurezza sulle strade provinciali attraverso la realizzazione di rondò, il rimodellamento delle curve più pericolose e la sostituzione dei pali della pubblica illuminazione. Vogliamo risolvere definitivamente il problema dell'edilizia scolastica attraverso la costruzione di nuovi edifici scolastici. E massima attenzione sarà rivolta anche all'ambiente".

Tra le voci di bilancio, rispetto al 2009, nel 2010 si prevede una riduzione dei costi del personale che dovrebbero passare da 2,8 milioni di euro a 2,6. Per biblioteche e musei gli investimenti passeranno da 1,34 milioni di euro a 1,44; diminuisce invece la spesa sul turismo passando da 90 mila euro a 85 mila a cui però vanno sommati i 189 mila per la promozione dei settori turistici, sportivi e ricreativi (nel 2009 furono 195 mila). Aumenta invece la spesa per la tutela ambientale che passa da 331 a 344 mila euro. Quasi invariata la spesa nel settore dei servizi sociali che da 1,454 milioni di euro passerà a 1,418.

Puntando invece sull'edilizia scolastica, il presidente Ferrarese, oltre al milione di euro investito per la manutenzione ordinaria, ha assicurato che la voce sugli affitti (1,5 milioni di euro) sarà sostituita dalla stipula di contratti di leasing 'in costruendo'. "In questo modo - ha spiegato Ferrarese - metteremo in campo lavori pubblici per decine di milioni di euro ed alla fine la Provincia sarà proprietaria degli immobili non spendendo risorse aggiuntive rispetto a ciò che è accaduto sino ad oggi con le strutture prese in locazione".

"Da un presidente come Ferrarese - ha commentato invece Cosimo Ferretti - mi sarei aspettato un documento finanziario pieno di risorse ed iniziative. Invece vediamo vanificare questa speranza per colpa dell'inadeguatezza della macchina amministrativa di cui di è dotato"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: approvato il bilancio di previsione 2010 tra perplessità e carenze

BrindisiReport è in caricamento