rotate-mobile
Politica

Provincia: pubblicato il bando per l'ufficio stampa, ma resta sempre un'anomalia

BRINDISI – La Provincia di Brindisi ha pubblicato il bando di gara per la realizzazione della Rassegna stampa e la gestione dell’Ufficio Stampa dell’ente. Ma ancora una volta non mancheranno le polemiche, perché anche quest’anno l’anomalia riguarda l’apertura della gara alle sole aziende e non ai professionisti singoli. Con il risultato che ad avvantaggiarsi saranno le agenzie di stampa già esistenti, mentre i singoli professionisti disoccupati rimarranno tali. Situazione ben diversa, per esempio, da quanto accade alla Regione Puglia, dove viene individuato secondo procedura concorsuale l’addetto stampa, che lavora quindi nell’ufficio stampa dell’ente. In questo caso, invece, il servizio viene completamente esternalizzato.

BRINDISI - La Provincia di Brindisi ha pubblicato il bando di gara per la realizzazione della rassegna stampa e la gestione dell'ufficio stampa dell'ente. Ma ancora una volta non mancheranno le polemiche, perché anche quest'anno l'anomalia riguarda l'apertura della gara alle sole aziende e non ai professionisti singoli. Con il risultato che ad avvantaggiarsi saranno le agenzie di stampa già esistenti, mentre i singoli professionisti disoccupati rimarranno tali. Situazione ben diversa, per esempio, da quanto accade alla Regione Puglia, dove vengono individuati secondo procedura concorsuale il responsabile e i componenti dell'ufficio stampa. In questo caso, invece, il servizio viene completamente esternalizzato.

L'importo a base d'asta è di 102mila euro, per periodi contrattuali che vanno dall'1 marzo al 31 dicembre 2011 e dall'1 gennaio al 31 dicembre 2012. Le offerte saranno valutate in base alla qualità del progetto (massimo 65 punti) e all'offerta economica (massimo 35 punti). Gli obiettivi generali dei servizi riguardano: il potenziamento del coordinamento delle informazioni e di raccordo tra gli uffici; l'ampliamento e consolidamento degli strumenti di condivisione delle decisioni tra parte politica e strutture di gestione; la creazione di sistemi di monitoraggio (sondaggi d'opinione) dell'informazione percepita (tra cittadini e dipendenti); l'analisi dei mezzi di informazioni e comunicazioni utilizzati dai servizi per renderli più chiari e comprensibili; la pubblicizzazione di tutte le attività ed iniziative correlate al marchio "Filia Solis" terra di Brindisi.

L'ufficio stampa dovrà elaborare comunicati stampa ed organizzare conferenze stampa. Dovrà, inoltre, prevedere l'invio telematico dei comunicati sia alle testate giornalistiche del settore carta stampata che a quelle cosiddette on-line, oltre alle principali agenzie di stampa nazionali. L'ufficio stampa, nell'elaborazione dei comunicati, attraverso la sua capacità professionale, dovrà utilizzare un linguaggio semplice allo scopo di assicurare l'accesso alle informazioni dei cittadini di qualsiasi fascia culturale. Il servizio di rassegna stampa telematica dovrà essere realizzato da un'azienda che dimostri di avere esperienza nel settore. L'azienda dovrà disporre di personale specializzato, regolarmente iscritto all'Ordine dei giornalisti.

La rassegna stampa richiesta deve essere quotidiana, garantita anche nei giorni festivi, deve tenere conto non soltanto degli articoli pubblicati dai giornali ma anche da quelli trasmessi da televisioni, radio e siti web. Pertanto, necessariamente, deve contenere la trascrizione dei testi radiofonici, televisivi e delle testate giornalistiche on-line.

Detto che ovviamente il prezzo offerto rappresenterà uno dei due criteri di valutazione, l'altro riguarda la qualità del progetto. Sessantacinque punti che saranno così suddivisi: adeguatezza e chiarezza del piano di lavoro (max 22,50/100); organizzazione del gruppo di lavoro, con particolare riferimento all'adeguatezza nella distribuzione dei compiti ed al livello di competenze coinvolte nel piano di lavoro (max 22,50/100); precedenti esperienze in materia di servizi di comunicazione intendendo per questi lo svolgimento di compiti di ufficio stampa e rassegna stampa e per i periodi di lavoro aggiuntivi rispetto a quelli dell'ultimo quadriennio.

La sommatoria di tali periodi, anche se riferiti alla stessa annualità, costituirà un valore tempo a cui sarà attribuita una premialità di un punto per anno di servizio reso a enti pubblici (max 15/100): possesso di certificazioni di qualità (max 2,50/100); capacità economiche. Si terranno in considerazione i fatturali aziendali annui dell'ultimo quinquennio (max 2,50/100).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: pubblicato il bando per l'ufficio stampa, ma resta sempre un'anomalia

BrindisiReport è in caricamento