rotate-mobile
Politica

Raccolta rifiuti: nuovo incontro dell'Aro/Br2. Il bando di gara ancora non è pronto

Gli ultimi dettagli sono stati definiti quest'oggi. Il prossimo 12 giugno verrà forse licenziata la bozza definitiva del capitolato di gara decennale per il servizio di raccolta dei rifiuti nei comuni dell'Aro/2 (ambito di raccolta ottimale di cui fanno parte Brindisi, Mesagne, San Pietro Vernotico, Cellino San Marco, San Donaci e Torchiarolo)

 BRINDISI – Gli ultimi dettagli sono stati definiti quest’oggi. Il prossimo 12 giugno verrà forse licenziata la bozza definitiva del capitolato di gara decennale per il servizio di raccolta dei rifiuti nei comuni dell’Aro/Br2 (ambito di raccolta ottimale di cui fanno parte Brindisi, Mesagne, San Pietro Vernotico, Cellino San Marco, San Donaci e Torchiarolo). La questione è stata affrontata nel corso di un incontro svoltosi questo pomeriggio a palazzo Nervegna, in presenza dei sindaci e dei dirigenti delle rispettive amministrazioni.

Potrebbe trattarsi del passo decisivo, dopo due mesi di tira e molla in cui non è stato semplice conciliare le esigenze dei ogni comune. E la difficoltà nel trovare una sintesi fra le diverse istanze è con ogni probabilità la causa del ritardo di oltre un anno accumulatosi rispetto ai termini fissati dalla delibera della giunta regionale  n. 2877 del 20 dicembre 2012, pubblicata 15 gennaio 2013, secondo la quale i comuni facenti parte degli Aro  si dovevano  costituire non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione della delibera ed attivare  le procedure di affidamento entro 90 giorni dalla loro costituzione (questi aspetti sono stati affrontati con dovizia di particolari in un articolo a firma di Vincenzo Albano).

“Non è semplice – afferma l’ingegnere Pietro Cafaro, dirigente del settore Ecologia e Ambiente del comune di Brindisi – mettere d’accordo tante teste diverse. Ogni comune porta esigenze particolari. Nella regione Puglia, ad ogni modo, non siamo gli ultimi. Quasi tutti stanno nelle nostre stesse condizioni. I termini fissati dalla delibera della giunta regionale – spiega ancora Cafaro – erano di previsione teorica. Ma nella pratica, le cose sono molto più complicate”.

Uno degli ultimi ostacoli da superare è legato alla posizione del comune di Cellino San Marco, entrato in una fase di commissariamento dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. Si deve inoltre stabilire se includere o meno nel capitolato anche il servizio di pulizia delle spiagge che ricadono nei territori di Brindisi, San Pietro Vernotico e Torchiarolo (al momento pare prevalga la volontà di stralciare tale servizio dal bando di gara Aro, per lasciarlo nelle mani dei comuni interessati).

Sulla base di quanto trapelato dal vertice, è diffusa la convinzione che dal prossimo incontro, quello del 12 giugno appunto, uscirà la bozza di capitolato, anche se alcuni amministratori hanno manifestato l’intenzione di sottoporre il documento ai sindacati, prima della pubblicazione del bando. Nessuno, quindi, è in grado di dire quanto occorrerà perché la  procedura venga istruita.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta rifiuti: nuovo incontro dell'Aro/Br2. Il bando di gara ancora non è pronto

BrindisiReport è in caricamento