Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

"Recovery Fund, il Sud non può ricevere le stesse risorse del Nord"

Il consigliere regionale Maurizio Bruno: "Sostengo la battaglia che i presidenti di Regione stanno avviando affinché per il Meridione siano stanziati i fondi che gli spettano"

Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere regionale del Partito Democratico Maurizio Bruno

"Su questo punto l’intero Sud Italia dev’essere unito. Destra, sinistra, centro, Puglia, Sicilia, Campania, tutti. Non importano le differenze. Ma il Meridione non può ricevere gli stessi soldi del Recovery Fund, che riceverà il Nord. E' una questione di giustizia sociale, di equità, di rispetto, ma soprattutto di logica.

"Secondo l’attuale piano del governo al Sud dovrebbero andare il 34% dei fondi e al Centro Nord il restante 66%. Ma ciò che 'sfugge' (diciamo così) è che l'Unione Europea ha deciso di dare all'Italia ben 209 miliardi (e non di meno) proprio a causa dell'alto tasso di disoccupazione che c'è al Sud, della bassa ricchezza procapite e del gap col resto del Paese. Insomma, l'Europa ci ha detto: 'Diamo a voi, Italia, più soldi che a tutti gli altri, perché voi dovete recuperare l'enorme gap interno fra Sud e Nord'.

"Ma se il governo decide di ripartire i fondi dando al Sud, al Centro e al Nord le stesse somme non ci sarà per il Sud nessun recupero. Nessuno. E alla fine questa incredibile e ultima occasione sarà stata sprecata. Per sempre. Quindi condivido e sostengo la battaglia che i nostri presidenti di Regione stanno avviando affinché per il Meridione siano stanziati i fondi che spettano al Meridione, che sono del Meridione e che sono stati stanziati dall'Europa per il Meridione. Quei 63 miliardi in più non solo potrebbero fare la differenza. Ma potrebbero cambiare la storia del nostro Paese. Non facciamoci sfuggire questa occasione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Recovery Fund, il Sud non può ricevere le stesse risorse del Nord"

BrindisiReport è in caricamento