Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Referendum costituzionale: "BrindiSìpuò" dà vita a un comitato per il Sì

Si è costituito a Brindisi il comitato «BrindiSipuò», favorevole all’approvazione con il referendum confermativo, in arrivo nei prossimi mesi, della legge di riforma costituzionale

BRINDISI - Si è costituito a Brindisi il comitato «BrindiSipuò», favorevole all’approvazione con il referendum confermativo, in arrivo nei prossimi mesi, della legge di riforma costituzionale. Il primo comitato cittadino a sostegno del Sì, accolto con vivo entusiasmo dal premier Matteo Renzi in un incontro con Rosy Barretta durante la sua visita a Taranto lo scorso 29 luglio, ha sede in via Saponea, 58 ed è coordinato dalla stessa Rosy Barretta, con vice coordinatore il professore Mimmo Tardio e segretario-tesoriere l'avvocato Giampiero Iaia.

Il comitato ha l’obiettivo di illustrare le ragioni del Sì e di fornire informazioni precise ai cittadini attraverso incontri e iniziative: il comitato è aperto a tutti coloro che credono nel cambiamento del nostro Paese che, grazie alla riforma costituzionale improntata dal Governo e dal Partito Democratico, può diventare ancora più competitivo e al passo con i tempi. Si ritiene fondamentale che ogni cittadino sia consapevole della riforma e dei suoi effetti, e dunque sia in grado di esercitare il proprio diritto di voto nella convinzione che le scelte operate dal Governo incidono sul futuro del Paese.

Con un Sì si può dire finalmente addio al bicameralismo perfetto e garantire più stabilità e partecipazione cancellando poltrone e stipendi. La riforma costituzionale, infatti, prevede: la riduzione da 315 a 100 senatori (senza indennità); maggiore stabilità di Governo; l’abolizione del CNEL (-1,8 milioni di euro); abolizione del bicameralismo paritario e del meccanismo «navetta» delle leggi tra Camera e Senato, con tempi più certi per l’approvazione (entro e non oltre 70 giorni); meno ostacoli per le leggi di iniziativa popolare; riduzione dei costi della politica con l’abbassamento degli stipendi dei presidenti di Regione e l’eliminazione del finanziamento pubblico ai gruppi regionali.

Insomma, l’approvazione della riforma costituzionale segna un passaggio decisivo sulla strada della modernizzazione dello Stato e del nostro sistema politico istituzionale. I promotori del comitato saranno impegnati nei prossimi mesi a promuovere la diffusione dell’informazione e della formazione, della sensibilizzazione e dell’aggregazione di coloro che dicono Sì a una riforma che non snatura la Costituzione ma la rende più forte, più moderna e attenta alle dinamiche politiche e sociali di questo inizio di millennio.

Le ragioni del Sì interpretano perfettamente la domanda di una città, come Brindisi, che vuole fare la sua parte nel cambiamento di un processo storico: per questo motivo è necessaria la partecipazione di chi voglia sentirsi interprete di una città che guarda al futuro del Paese da protagonista.  «BrindiSipuò»… si può fare!

Per info e contatti: mail comitatobrindisipuo@gmail.com Twitter: @brindisipuo1 Pagina facebook: BrindiSipuò

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum costituzionale: "BrindiSìpuò" dà vita a un comitato per il Sì

BrindisiReport è in caricamento