rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

"Riccardo Rossi il sindaco giusto, è tempo di rompere con il passato"

Leu: "Tre    Consiglieri  nell’  assise comunale un risultato  probabilmente  andato  anche  oltre le  aspettative"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del coordinamento di Liberi e uguali Brindisi sulle elezioni amministrative. 

Quando  abbiamo   deciso di promuovere e sostenere  il nuovo progetto di  Centro Sinistra  per le  Amministrative  brindisine(  con   Brindisi Bene  Comune , il Partito Democratico,Ora Tocca a Noi , e con  Riccardo Rossi candidato  primo cittadino), abbiamo subito pensato  a cosa si sarebbe dovuto fare per ridare speranza e fiducia alla comunità  brindisina, tormentata  in  tutti questi anni da gravi problematiche ed emergenze sotto il profilo  occupazionale, sociale, ambientale. Sin  da subito  abbiamo posto una precisa condizione: una definitiva  rottura con il passato, con un modo di  fare e intendere la politica  e  la macchina amministrativa  che non deve più appartenere  a Brindisi.

Non sarebbe stato facile  e scontato, considerando  anche e soprattutto  le ultime  vicende  amministrative di una politica brindisina  sin troppo litigiosa, fallimentare , incapace  di tastare con mano le reali istanze  e bisogni  di chi crede in un modo di far politica  diverso.  Ma, facendo tesoro  anche del risultato negativo e degli errori commessi nelle  ultime elezioni politiche (contestualizzando tuttavia i primi passi di un nuovo progetto politico come quello di  Liberi e Uguali  e il fallimento di un Centro Sinistra che deve  riflettere complessivamente  su se stesso), ce  l’abbiamo davvero messa tutta.

Una campagna  elettorale che ha visto  impegnati quotidianamente, con passione  ed entusiasmo, i nostri candidati  consiglieri comunali  e tutti gli attivisti, coloro che sin dall’ inizio  hanno creduto  nel nostro progetto politico e nel cambiamento. Incontri con la gente, iniziative, nei quartieri, nelle periferie( insieme    ai compagni di viaggio di Brindisi  Bene Comune, il Partito  Democratico e i giovani di  Ora Tocca  A  Noi) , dove  abbiamo  avvertito    preoccupazione nei brindisini, che ci hanno ascoltato,  alla fine premiato.

Tre    Consiglieri  nell’  assise comunale (Cristiano   D’ Errico, Antonio   Manfreda, Alessandro  Antonino), un risultato  probabilmente  andato  anche  oltre le  aspettative,  ma conquistato  con forte convinzione e determinazione, credendo nelle nostre proposte, nel giusto  atteggiamento ed approccio verso le problematiche dei nostri  concittadini.

Brindisi  aveva  bisogno  del  “sindaco giusto”, che potesse essere massimo interprete di un cambiamento inevitabile, tanto auspicato.  Riccardo Rossi  è l ‘uomo giusto,  insieme  ad un gruppo  costituito da tanti giovani e  quelle competenze e professionalità che hanno già svolto  il loro compito in  Consiglio  Comunale con impegno  e onestà.

Liberi  e Uguali  ringrazia  i propri elettori,  chi  ancora continua  a credere  nei valori  di  una Sinistra  che nella nostra città  ha dimostrato di essere presente,  pronta a farsi  carico delle istanze sociali, dei problemi dei disoccupati, i bisognosi, i precari, i diversamente abili. Siamo ancora  all’ inizio, continuiamo   in un percorso che speriamo sia virtuoso  per  la nostra  Brindisi.

                                               

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riccardo Rossi il sindaco giusto, è tempo di rompere con il passato"

BrindisiReport è in caricamento