Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Rimpasto di giunta, Fdi e Fi: "Rossi riferisca in consiglio comunale"

Centrodestra diviso: solo i capigruppo Oggiano e Cavalera sottoscrivono il documento sull'azzeramento delle deleghe assessorili

BRINDISI – L’opposizione di centrodestra non fa fronte comune rispetto alle lunghe trattative in cui si sono impantanate le forze di maggioranza per la definizione dei nuovi assetti della giunta, dopo l’azzeramento delle deleghe deciso 18 giorni fa (lunedì 1 marzo) dal sindaco Riccardo Rossi. Solo i capi gruppo Massimiliano Oggiano (Fratelli d’Italia) e Roberto Cavalera (Forza Italia) hanno infatti sottoscritto formale richiesta che il primo cittadino riferisca in consiglio comunale “sulla crisi politico amministrativa che sta attraversando l'amministrazione comunale di Brindisi e sulle motivazioni che lo hanno portato all'azzeramento della giunta così come previsto dall'articolo 46 comma 4 del Tuel (Testo unico degli enti locali, ndr)".

Massimiliano Oggiano-4-2

I due consiglieri, in una comunicazione inviata allo stesso sindaco e al presidente del consiglio comunale, Giuseppe Cellie, rimarcano come siano “passati 18 giorni ed ancora non si hanno notizie sulla composizione della nuova giunta”. “La crisi emergenziale relativa alla pandemia da Covid – si legge nella richiesta - associata ad una molto discutibile programmazione dell'attività politico amministrativa sia di natura straordinaria che ordinaria stanno acuendo il disagio e le problematiche della città”. “Per affrontare le varie problematiche ed una corretta programmazione dell'azione politico amministrativa – si legge ancora nel documento a firma di Oggiano e Cavalera - l'amministrazione comunale necessita di una Giunta autorevole in carica”.

Gianluca Quarta e Roberto Cavalera-2

I due rilevano inoltre come, alla luce dell’articolo 45 comma 4 del Tuel, il sindaco abbia “la facoltà di revocare uno o più assessori dandone motivata comunicazione al Consiglio Comunale” ma “a tutt'oggi la predetta comunicazione non è stata ancora fatta”. Solo Forza Italia e Fratelli d’Italia, dunque, spronano il primo cittadino a riferire in consiglio comunale sull’azzeramento di giunta. Al momento non si registrano interventi dagli altri gruppi dell’opposizione. 

Come riportato in un precedente articolo, per l’inizio della prossima settimana si dovrebbe chiudere il cerchio sulla “nuova giunta”. Si va verso la riconferma di tutti gli assessori in carica, ad eccezione, forse, di Roberta Lopalco (Politiche ambientali, Aree protette, igiene), che stando ad alcuni rumors degli ultimi giorni sarebbe in bilico. Vi sarebbero poi due new entry espressione rispettivamente di due gruppi che attualmente non hanno rappresentanti nell’esecutivo: Ora tocca a noi e Impegno per Brindisi. Con ogni probabilità alcune deleghe verranno affidate a dei consiglieri. Ma oltre ai nomi e alle poltrone si sta discutendo anche di punti programmatici. A tal proposito è da vedere se le idee di sviluppo della città (in particolare sulla costa nord e sul porto) messe sul tavolo dall’assemblea cittadina del Pd troveranno consenso unanime fra le forze di maggioranza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto di giunta, Fdi e Fi: "Rossi riferisca in consiglio comunale"

BrindisiReport è in caricamento