Politica

Rizzo e Cascione avvocati ma anche sindaci. Secondo Aiga non c'è incompatibilità

SAN PIETRO VERNOTICO - E' una difesa serrata e supportata anche da motivazioni professionali quella che Aiga (l'Associazione dei giovani avvocati) ha voluto manifestare, con una nota, in difesa degli avvocati Francesco Casione e Pasquale Rizzo, rispettivamente sindaci di Cellino San Marco e San Pietro Vernotico.

SAN PIETRO VERNOTICO - E' una difesa serrata e supportata anche da motivazioni professionali quella che Aiga (l'Associazione dei giovani avvocati) ha voluto manifestare, con una nota, in difesa degli avvocati Francesco Casione e Pasquale Rizzo, rispettivamente sindaci di Cellino San Marco e San Pietro Vernotico.

I due neo amministratori (sono stati proclamati nelle ultime amministrative) hanno infatti subito quello che l'associazione definisce un "attacco politico", in quanto avvocati difensori di alcuni indagati dell'operazione New fire: era luglio del 2009 quando prima in otto, poi diventati dodici, furono arrestati per associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico e spaccio di droga, estorsioni, rapine e minacce aggravate.

"I sindaci-avvocati - scrivono i rappresentanti di Aiga - nel momento in cui esercitano il mandato difensivo assistendo l'imputato (e non il reato!), sono tutori della legalità al pari di chi, legittimamente, nel procedimento penale, sostiene l'accusa in giudizio o è chiamato a decidere. Assolutamente strumentale appare quindi la paventata incompatibilità (aprioristicamente ritenuta) tra le funzioni; incompatibilità che potrà assumere rilievo solo nel caso di costituzione di parte civile dell'ente civico, e pertanto allorquando si dovesse tradurre in una incompatibilità processuale che gli stessi colleghi non mancheranno di far rilevare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rizzo e Cascione avvocati ma anche sindaci. Secondo Aiga non c'è incompatibilità

BrindisiReport è in caricamento