menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Teresa, Bozzetti: "Le bonifiche ancora di salvezza per i lavoratori"

Impiegare i 39 lavoratori a rischio licenziamento della società partecipata Santa Teresa nei lavori di bonifica dell’Area Sin di Brindisi. Il consigliere regionale Gianluca Bozzetti (Movimento 5 stelle) ha formalizzato tale proposta attraverso una lettera inviata al capo di gabinetto della giunta regionale

BRINDISI – Impiegare i 39 lavoratori a rischio licenziamento della società partecipata Santa Teresa nei lavori di bonifica dell’Area Sin di Brindisi. Il consigliere regionale Gianluca Bozzetti (Movimento 5 stelle) ha formalizzato tale proposta attraverso una lettera inviata al capo di gabinetto della giunta regionale, Claudio Stefanizzi, e alla responsabile della Task force per le emergenze occupazionali, Antonella Bisceglie.

L’iniziativa di Bozzetti giunge a distanza di oltre un mese dal protocollo d’intesa con la Regione e subito dopo l’approvazione della legge di stabilità che prevede per il 2016 quasi 500 milioni di euro per le province. Il consigliere regionale penta stellato suggerisce di “mettere insieme due necessità del territorio ricollocando i lavoratori a rischio della Santa Teresa ed eventualmente di altre realtà imprenditoriali in difficoltà, nei lavori di bonifica necessari sul territorio di Brindisi che ad oggi rappresenta un sito Sin (Sito di Interesse Nazionale) tra i più grandi d’Italia.” 

Tale intervento potrebbe essere finanziato “ricorrendo ai fondi del Por Puglia 2014-2020 – spiega Bozzetti - dal momento che alcuni degli assi prevedono l’assegnazione di risorse specifiche per la riqualificazione, il miglioramento urbano e la decontaminazione delle aree industriali dismesse comprese le aree di riconversione”. 

Va ricordato infatti che lo scorso 7 dicembre Regione, Provincia, Santa Teresa e sigle sindacali firmarono un protocollo d’intesa stabilendo una serie di impegni tesi a salvare il destino dei lavoratori della società, e specificando al punto 7) dello stesso protocollo che “[…] al fine di definire le modalità di attuazione degli impegni di cui al presente Protocollo, consentendo alle stesse Parti di giungere ad un Accordo finale da sottoscrivere entro il 30/01/2016.”

“Ad oggi, nonostante i miei continui solleciti presso l’assessorato al lavoro e alla task force regionale nulla ancora è stato stabilito. - dichiara Bozzetti - L’unica certezza è che a metà febbraio numerosissime famiglie rischiano di rimanere a casa senza un lavoro. Da qui nasce la mia proposta operativa che contribuirebbe a risolvere due emergenze del brindisino: quella ambientale e quella occupazionale”. 

Inoltre Bozzetti, sulla scia di quanto accaduto a Taranto con il commissario straordinario per le Bonifiche, ambientalizzazione e riqualificazione della città, aggiunge di aver “richiesto la possibilità di valutare se la Regione Puglia possa siglare con il governo nazionale un protocollo di intesa per Brindisi che preveda, attraverso anche la presenza di un commissario ad hoc, delle opere per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione della città, così da dare un segnale forte sul territorio e tutelare la salute di lavoratori e cittadini”. 

“Con questa proposta - conclude - ribadiamo al presidente Emiliano che continua a parlare di decarbonizzazione e ambientalizzazione di Brindisi, che gli strumenti già ci sono. Adesso serve soltanto la volontà politica. Attendiamo fiduciosi.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Mama Park e GolosOasi: la famiglia Dellomonaco vi aspetta

  • social

    Mesagne, “Il forno di Erasmo” sulla guida Gambero Rosso

  • social

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento