rotate-mobile
Politica

Sardelli rilancia: "E adesso i Responsabili devono farsi partito. Pronto a tirarmi indietro"

ROMA – E’ proprio vero. Il deputato sanvitese Luciano Sardelli sta lavorando per costruirsi una nuova carriera politica, ma non solo in Puglia. Sardelli ha capito che restare una realtà indefinita e fluttuante nel supermarket parlamentare di Berlusconi non garantisce alcun futuro ma solo l’immediato. Bisogna diventare un partito della galassia che ruota attorno al premier, e passare dalle trattative individuali a un altro livello. Non una questione di forma ma anche di sostanza. Eccolo lì a rilanciare: “Non è che con l'ingresso di alcuni di noi al governo si siano risolti tutti i problemi. C'è ancora un partito da costruire – ha dichiarato oggi - perchè alle prossime politiche vogliamo farci trovare preparati. Dopo le amministrative dobbiamo sederci attorno ad un tavolo per fare il punto e la discussione vorrei aprirla io lanciando una sorta di provocazione: sono pronto a lasciare il mio incarico di capogruppo alla Camera”.

ROMA - E' proprio vero. Il deputato sanvitese Luciano Sardelli sta lavorando per costruirsi una nuova carriera politica, ma non solo in Puglia. Sardelli ha capito che restare una realtà indefinita e fluttuante nel supermarket parlamentare di Berlusconi non garantisce alcun futuro ma solo l'immediato. Bisogna diventare un partito della galassia che ruota attorno al premier, e passare dalle trattative individuali a un altro livello. Non una questione di forma ma anche di sostanza. Eccolo lì a rilanciare: "Non è che con l'ingresso di alcuni di noi al governo si siano risolti tutti i problemi. C'è ancora un partito da costruire - ha dichiarato oggi - perchè alle prossime politiche vogliamo farci trovare preparati. Dopo le amministrative dobbiamo sederci attorno ad un tavolo per fare il punto e la discussione vorrei aprirla io lanciando una sorta di provocazione: sono pronto a lasciare il mio incarico di capogruppo alla Camera".

Dunque, come dice oggi all'Ansa, il giorno dopo la nomina dei nuovi nove sottosegretari, il presidente dei deputati dei Responsabili alza di nuovo l'asticella del confronto nella maggioranza. "Voglio proprio vedere, da buon pediatra quale io sono se i Responsabili riusciranno a superare i propri particolarismi ed individualismi per arrivare alla vera realizzazione del nostro progetto politico. Voglio vedere - ha dichiarato ancora Sardelli - se dall' infanzia si riuscirà ad arrivare davvero alla maturità". E la maturità, per il deputato di S.Vito dei Normanni, non può che essere un nuovo partito.

"Il primo obiettivo era entrare al governo, e a parte due parlamentari che, comunque, a breve vi rientreranno lo stesso - annuncia Sardelli - ci siamo riusciti. Ora dobbiamo porci un altro grande obiettivo: quello di dar vita ad un vero partito. E per far questo, se occorre, io ribadisco di essere pronto a rimettere il mio mandato. Ho già chiesto di incontrare Pasquale Viespoli la prossima settimana. Il progetto del partito, a prescindere da quale sarà il nome, deve partire. Ma non dobbiamo puntare ad un approccio leaderistico, come tutti gli altri partiti, bensì orizzontale, essendo noi un partito federale e composito".

Insomma, c'è anche un pezzo di principio costitutivo. "Spero davvero che nessuno si accontenti di restare solo una pluralità di voci senza alle spalle a una vera struttura partitica", ha concluso Luciano Sardelli, indirizzando il messaggio al suo variegato branco di colleghi di avventura. Ma se Berlusconi dovesse arrivare prima del tempo al capolinea, che prospettive elettorali avrebbero i Responsabili fattisi partito? E' qui il problema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sardelli rilancia: "E adesso i Responsabili devono farsi partito. Pronto a tirarmi indietro"

BrindisiReport è in caricamento