menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli attivisti di Generazione identitaria

Gli attivisti di Generazione identitaria

«Schieriamo l'esercito contro la criminalità»

BRINDISI - «Contro l’emergenza rapine e furti ci vuole l’intervento dell’esercito». Così la pensano i promotori di Generazione identitaria, gruppo di attivisti che in questi giorni sta raccogliendo firme in piazza Vittoria.

BRINDISI - «Contro l'emergenza rapine e furti ci vuole l'intervento dell'esercito». Così la pensano i promotori di Generazione identitaria, gruppo di attivisti che in questi giorni sta raccogliendo firme in piazza Vittoria.

«Brindisi è divenuta terra di nessuno: all'azione di polizia e carabinieri non corrisponde la mobilitazione delle altre istituzioni», dice Massimo Ciullo, che si auspica consigli comunali, manifestazioni di piazza, richieste continue a prefetti, questore e ministero, presidi pubblici, un impiego diverso della polizia municipale. «Ma siccome tutte queste cose non avvengono, chiediamo l'intervento dell'esercito a supporto delle forze di polizia, così come previsto dal decreto "Strade sicure" n. 92 del 2008, per il quale la recente legge di stabilità ha stanziato 40 milioni di euro per il solo 2014».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento