menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Angela Carluccio

Il sindaco Angela Carluccio

Il sindaco: "Linea dura con chi sbaglia". Luperti: "Silvestre non sapeva"

Arrivano in serata le reazioni della maggioranza che amministra il Comune di Brindisi alla pubblica denuncia fatta dal partner Pasquale Luperti sui rimborsi non richiesti alla Regione per i maggiori costi sopportati per lo smaltimento dei rifiuti in Emilia Romagna

BRINDISI - Arrivano in serata le reazioni della maggioranza che amministra il Comune di Brindisi alla pubblica denuncia fatta dal partner Pasquale Luperti sui rimborsi non richiesti alla Regione per i maggiori costi sopportati per lo smaltimento dei rifiuti in Emilia Romagna: "L'amministrazione ha avviato accertamenti interni per verificare l’accaduto", annuncia un comunicato del Comune. "La sindaca Angela Carluccio si riserva di assumere decisioni, anche molto severe, nel caso in cui dovessero essere rilevate responsabilità dal punto di vista politico e tecnico nella vicenda".

Lino LupertiE la stessa Carluccio dichiara: “Non posso tollerare che i cittadini siano penalizzati dagli errori degli amministratori. Nei sei mesi alla guida del Comune ho sempre agito nell’interesse della città e non ho mai avuto il timore di decidere, anche in maniera drastica. Se qualcuno ha sbagliato sulla questione ambientale, dovrà pagare”. Ma Pasquale Luperti non ci sta a passare in un paio d'ore da accusatore ad accusato, e mette subito in chiaro alcune cose.

"La vicenda rifiuti e la mancata richiesta di un ristoro dalla Regione Puglia per il trasporto dei rifiuti in Emilia Romagna merita un ulteriore importante chiarimento. C'è il rischio, più che concreto, che qualcuno voglia speculare sulla delega assegnata al nostro gruppo. E cioè proprio quella all'Ambiente, il cui titolare è l'avvocato Francesco Silvestre. Quest'ultimo, ad onor del vero, non è mai stato informato dalla struttura circa la necessità di richiedere tale ristoro", fa sapere Luperti, in veste di capogruppo dei Coerenti, con un'altra nota successiva a quella del sindaco.

Francesco Silvestre-5Che l'assessore Francesco Silvestre (nella foto a sinistra) fosse all'oscuro, dice Luperti, lo confermerebbe anche "il dirigente Gaetano Padula, il quale sull'argomento ha avuto rapporti con l'assessore Carella che ha partecipato (con lo stesso dirigente) all'incontro a Bari presso la Regione Puglia. Tra l'altro, il vice sindaco Silvestre è tuttora privo di un proprio ufficio nel Municipio, a conferma della mancata valorizzazione della sua figura e della impossibilità a svolgere compiutamente il ruolo assegnato dalla sindaca Carluccio".

Insomma, volano gli stracci. "Vale la pena ricordare, inoltre, che l'avvocato Silvestre dispone di una struttura dimezzata rispetto a quella presente negli anni scorsi, pur dovendo affrontare argomenti di vitale importanza come quello dei rifiuti. Ho letto le dichiarazioni della sindaca: ben venga la linea dura nei confronti di amministratori e tecnici. Mi auguro che non si tratti solo di una affermazione di principio a cui non seguiranno fatti concreti. Il tutto, ovviamente, nell'esclusivo interesse dei cittadini di Brindisi", avverte Luperti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento