Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

La segreteria provinciale del Pd contro le nomine Asi targate Pd

Nota del segretario provinciale del partito in cui si stigmatizza il metodo della scelta del presidente. E intanto Vitali di Forza Italia attacca

BRINDISI - A Brindisi tutti contro tutti, nel centro-destra e nel centro-sinistra. Il senatore di Forza Italia Luigi Vitali stila una nota in cui lamenta la mancata presa di posizione del proprio partito nel Brindisino sulla nomina del presidente del Consorzio Asi, con il cda che vede tutte personalità riconducibili al Partito Democratico. E nello stesso Partito Democratico la segreteria provinciale verga un comunicato di fuoco... contro le nomine vicine al suo stesso partito. Per capire meglio cosa sia successo nel centro-sinistra brindisino e di come risulti paradossale la situazione occorre fare un passo indietro. Intanto, oggi (venerdì 9 aprile 2021), si registrano le dimissioni di Giampaolo D'Onofrio dal ruolo di capogruppo nel Consiglio comunale brindisino. 

La battaglia dell'Asi

Riassunto delle puntate precedenti: il presidente del consiglio d'amministrazione del Consorzio Asi (Area sviluppo industriale) Domenico Bianco si dimette. Gli ultimi mesi sono segnati da alcune polemiche e dalla proposta dell'assessore regionale Delli Noci di accorpare i vari consorzi pugliesi, a eccezione di Bari. L'8 aprile si elegge il nuovo presidente del Cda. A Domenico Bianco subentra l'avvocato Vittorio Rina, vice segretario del Partito Democratico di Brindisi. Poi nel cda ci sono Sonia Rubini, sempre del Pd, e Luigi Amati, imprenditore fasanese vicino ai Democratici. Si registrano i voti di astensione dei sindaci di Ostuni, Guglielmo Cavallo, e di Fasano, Francesco Zaccaria, del Partito Democratico. E qui si potrebbe leggere una prima presa di posizione nel Pd contraria - o, perlomeno, non concordante - alla nomina individuata dal sindaco di Brindisi e presidente della Provincia Riccardo Rossi. Si è astenuto anche il rappresentante della Camera di commercio.

Vitali: "Sembra l'organigramma del Pd"

Al senatore forzista Luigi Vitali, che è stato anche segretario provinciale di Forza Italia, pare "di leggere l'organigramma del Partito Democratico. Infatti spiccano i nomi del vice segretario di Brindisi e di una dirigente dello stesso partito. Infine di un imprenditore di Fasano indicato da quella Amministrazione, guidata dal Pd; per cui non è blasfemo ritenere quest'ultimo nominato di area Pd". Non lesina una stoccata alla attuale segreteria provinciale del proprio partito: "Il centrodestra brindisino esiste? [...] Ricordo che ai tempi della mia gestione politica provinciale e regionale avevamo l'autorevolezza di essere consultati nelle scelte strategiche, pur essendo opposizione. Ma quelli erano altri tempi e diverso lo spessore dei protagonisti". L'affondo all'attuale segreteria è evidente. Dopotutto Vitali fa notare che gli avversari hanno occupato le caselle disponibili.

La federazione provinciale del Pd contro le nomine del Pd

Ma quindi tutto bene in casa Pd? A quanto dicono gli avversari ha fatto l'en plein nelle nomine del Consorzio Asi. No, non va tutto bene, almeno a giudicare da una nota vergata dalla federazione provinciale del partito, segreteria retta da Francesco Rogoli: "Riteniamo che il passaggio della nomina del nuovo presidente non dovesse prescindere da un'ampia discussione su questi aspetti che certamente caratterizzeranno la gestione del consorzio nei mesi che ci separano dalla scadenza del rinnovo del Cda. Per tutte queste ragioni avevamo chiesto a Riccardo Rossi, nella sua veste di presidente della Provincia e di rappresentate della quota più importante in seno all'assemblea dei soci Asi, la possibilità e il tempo di istruire un percorso trasparente e aperto per l'individuazione del profilo più adeguato a gestire il consorzio in una fase come questa". Poi la nota prosegue con la presa di distanza della federeazione sulla nomina stessa. Insomma, il Pd conquista la terza casella disponibile all'Asi, ma in casa Pd non tutti festeggiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La segreteria provinciale del Pd contro le nomine Asi targate Pd

BrindisiReport è in caricamento