rotate-mobile
Politica

Sel, i congressi e la Fondazione della dieta mediterranea

OSTUNI - E’ in pieno svolgimento anche in provincia di Brindisi la fase preparatoria al primo congresso nazionale del 22-23-24 ottobre a Firenze di Sinistra Ecologia e Libertà, che diventa partito in un contesto molto delicato per la democrazia italiana. Il congresso provinciale è stato fissato per il domenica 10 ottobre a San Pietro Vernotico, dalle ora 8,30 presso il Forum Eventi, mentre ieri sera si è svolta l’assemblea del circolo di Ostuni di Sel, che con i suoi 50 iscritti (la campagna di adesione è in corso da un mese) è uno dei più forti del territorio.

OSTUNI - E? in pieno svolgimento anche in provincia di Brindisi la fase preparatoria al primo congresso nazionale del 22-23-24 ottobre a Firenze di Sinistra Ecologia e Libertà, che diventa partito in un  contesto molto delicato per la democrazia italiana. Il congresso provinciale è stato fissato per il domenica 10 ottobre a San Pancrazio Salentino, dalle ora 8,30 presso il Forum Eventi, mentre ieri sera si è svolta l?assemblea del circolo di Ostuni di Sel, che con i suoi 50 iscritti (la campagna di adesione è in corso da un mese) è uno dei più forti del territorio.

Obiettivo dell?assemblea, eleggere il delegato al congresso nazionale di Firenze. All?unanimità è stato designato Mario Liso, portavoce riconfermato del circolo di Ostuni. Ma al congresso nazionale, in qualità di delegato di diritto perché presidente di una Ong, ci sarà anche Franco Colizzi. Al congresso provinciale invece possono partecipare tutti gli iscritti a Sel.

In attesa del congresso di circolo, che si terrà come nelle altre realtà nei mesi prossimi (è stato deciso di posporli a quello nazionale), l?assemblea ha  indicato anche un comitato di coordinamento provvisorio di cui fanno parte Sabrina Maggio, Franco Colizzi, Mario Liso (portavoce), Agostino Grassi (vice portavoce), Giandomenico Moro e Renato Greco.

L?incontro è stato occasione per discutere anche di due temi molto attuali, come il ruolo di Sel a Ostuni in un processo di rinnovamento del centrosinistra nella città (pronti al confronto su programmi e progetti di governo, ma senza entrare in giunta), e per sostenere il progetto della Fondazione della dieta mediterranea, come iniziativa di valore scientifico al servizio dello sviluppo di un sistema territoriale integrato, con al centro l?agroalimentare di qualità e la valorizzazione delle produzioni locali.

E a proposito della Fondazione per la dieta mediterranea, Sel - dopo un incontro tra appartenenti ai circoli di Ceglie ed Ostuni e di alcuni dirigegenti provinciali, ha diramato questa breve nota firmata dal coordinatore provinciale Gino Vinco e dal consigliere regionale Toni Matarrelli, con cui si fa del progetto uno degli obiettivi del nuovo partito nel Brindisino: "Sinistra Ecologia Libertà della provincia di Brindisi ritiene che l?opportunità di avere una fondazione per la Dieta mediterranea nella nostra provincia sia una grande opportunità per tutto il territorio e per tutte le realtà cittadine della Provincia di Brindisi".

"Ritiene che l?azione politica da intraprendere per il futuro debba riguardare il coinvolgimento di tutte le specificità territoriali, facendole diventare vero volano per un rilancio dell?economia locale legata all?agricoltura,  all?enogastronomia ed al turismo. Ritiene che tale importante obiettivo non possa fare a meno dell?importante apporto del mondo scientifico territoriale, nazionale ed internazionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sel, i congressi e la Fondazione della dieta mediterranea

BrindisiReport è in caricamento