Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Si aggrava la frattura nel Pd cittadino: "Per la Sinistra" diserta il direttivo

Si inasprisce il confronto all’interno del Pd brindisino, con il segretario cittadino Antonio Elefante che continua a non accogliere la richiesta del gruppo “Per la Sinistra” di portare al centro della discussione del partito i temi caldi attualmente sul tappeto nel capoluogo

BRINDISI – Si inasprisce il confronto all’interno del Pd brindisino, con il segretario cittadino Antonio Elefante che continua a non accogliere la richiesta del gruppo  “Per la Sinistra” di portare al centro della discussione del partito i temi caldi attualmente sul tappeto nel capoluogo. Per questo oggi i componenti dell’area critica hanno deciso di non partecipare ad una riunione del direttivo convocata su questioni considerate marginali rispetto alle questione che sono in prima pagina da mesi.

Il gruppo “Per la Sinistra” ne dà notizia, riepilogando le tappe lungo le quali si è sviluppato il dissenso. “Il 3 novembre 2014 componenti del comitato direttivo del PD della Città di Brindisi, pari al 40% dell’intera  compagine, chiesero  la convocazione dello stesso su temi ritenuti fondamentali per il ruolo del PD in città; il 16 dicembre, in assenza di convocazione del direttivo, un gruppo di iscritti e simpatizzanti del Pd, (gruppo “Per La Sinistra”),  fecero presente ai diversi livelli del partito le sofferenze per la gestione interna e soprattutto le assenze del Pd rispetto a tematiche politiche ed amministrative ormai urgenti per la popolazione della Città”.

“Il 5 gennaio – ricordano i dissidenti - quattro componenti della segreteria cittadina illustrarono in un conferenza stampa le specifiche personali motivazioni delle loro dimissioni dalla segreteria cittadina, con molti elementi comuni che rafforzavano le denunce e le proposte ufficialmente e pubblicamente argomentate. A fronte di tutto ciò – accusa il gruppo Per la Sinistra - si sono riscontrate solo battute ed offese nei confronti dei singoli e dell’insieme degli iscritti e simpatizzanti non omologati”.

Il 12 gennaio Elefante, per tutta risposta, ha proceduto alle sostituzione dei dimissionari nella sua segreteria ed il 13 gennaio “ha convocato per oggi venerdì 16 un direttivo nel cui ordine del giorno vi sono argomenti generici, non urgenti, mentre non vi è alcun punto relativo a quanto accaduto né sulle questioni sollevate,  che continuano ad essere al centro del confronto politico generale, né sulle eclatanti sofferenze in città (porto, bonifiche, occupazione, centrale A2A, raccolta rifiuti, mense scolastiche, furti e rapine)”.

Da quei la decisione, per protesta, di non partecipare alla riunione del direttivo. “Nel contempo confermano la richiesta di convocazione di un direttivo secondo le corrette procedure e con la presenza della segreteria provinciale, nel quale si possa discutere nel merito delle questioni sollevate con un corretto e responsabile confronto – dicono i dissidenti - per poi riportare il tutto alla assemblea degli iscritti e simpatizzanti, organismo mai convocato dopo il congresso”.

Se non ci saranno risposte, Il Gruppo “Per la Sinistra” si riserva “di promuovere e presentare alla cittadinanza iniziative e proposte autonome insieme a iscritti, simpatizzanti ed associazioni interessati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggrava la frattura nel Pd cittadino: "Per la Sinistra" diserta il direttivo

BrindisiReport è in caricamento