"Si facciano i nomi di chi si sollazza con i soldi pubblici"

Anche il consigliere comunale del Pd di Brindisi, Antonio Elefante, chiede che la sindaca Angela Carluccio faccia chiarezza sulle incongruenze riguardanti un viaggio istituzionale a Rimini

Dopo il Movimento Cinque stelle, anche il consigliere comunale del Pd di Brindisi, Antonio Elefante, chiede che la sindaca Angela Carluccio faccia chiarezza sulle incongruenze riguardanti un viaggio istituzionale a Rimini, dove, stando alla nota spese, oltre alla stessa sindaca e all'assessore all'attuazione del Programma, Vito Carella, si sarebbero recate altre due persone, di cui non si conoscono le generalità. 

Di seguito, l'intervento di Antonio Elefante. 

Non passa giorno che questa amministrazione e la Sindaca in primis non diano prova di goffaggine e incapacità. Questa volta però il limite della decenza è stato abbondantemente superato. 

Il riferimento è ad un'inchiesta giornalistica che ha fatto emergere un fatto gravissimo e disdicevole che ha protagonisti la Sindaca Carluccio, il suo assessore di fiducia e altri due anonimi accompagnatori con allo sfondo una missione istituzionale a Rimini. Infatti nello scorso mese di novembre la Sindaca e l'assessore all'attuazione del programma, e non già quello all'ambiente (sic), hanno partecipato alla fiera Ecomondo a Rimini raggiungendo la città romagnola con mezzo proprio, e quindi con costi maggiori rispetto ad un treno o un pullman, pernottando in un albergo del posto.

Dalla nota spesa dell'albergo si evince però che gli ospiti delle stanze dell'albergo erano quattro e non due e questo con evidente aggravio nel conto finale del costo della camera, che stranamente è la stessa per la Sindaca, l'assessore e i due misteriosi accompagnatori.  Dalle ricevute quindi emerge che la gita fuori porta di codesti intrepidi amministratori è costata ai contribuenti brindisini diverse centinaia di euro. 

Questa vicenda torbida deve essere necessariamente chiarita dai diretti interessati intanto mettendo a conoscenza la cittadinanza i nomi di chi si sollazza con i soldi pubblici: diversamente saremo costretti a chiedere di fare luce alle autorità preposte. Siamo convinti che questa storia riserverà tante divertenti sorprese per il modo dissoluto di sperperare il denaro di noi tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento