Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Parcheggio a livelli, sindaco perplesso. Cannalire pensa a Multiservizi

"Non so quanto sia fattibile e realizzabile un parcheggio multipiano nel centro storico". Il sindaco Consales non boccia la proposta dei consiglieri comunali di maggioranza Francesco Renna (Brindisi di tutti) e Francesco Cannalire (Iniziativa democratica) di realizzare un parcheggio multipiano in via Casimiro, al posto dell'edificio che attualmente ospita il liceo artistico musicale Durano-Simone. Allo spesso tempo, però, Consales rimarca la sua "contrarietà a incanalare il traffico nel centro storico"

BRINDISI – “Non so quanto sia fattibile e realizzabile un parcheggio multipiano nel centro storico”. Il sindaco Consales non boccia la proposta dei consiglieri comunali di maggioranza Francesco Renna (Brindisi di tutti) e Francesco Cannalire (Iniziativa democratica) di realizzare un parcheggio multipiano in via Casimiro, al posto dell’edificio che attualmente ospita il liceo artistico musicale  Durano-Simone. Allo spesso tempo, però, Consales rimarca la sua “contrarietà a incanalare il traffico nel centro storico”.

Il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales“Si tratta – spiega il primo cittadino – di un’idea molto soggettiva. L’aspetto positivo è che ci metterebbe nelle condizioni di alleggerire la pressione del traffico nella zona del Comune e dare allo stesso tempo un parcheggio a servizio del teatro Verdi: cosa che a noi manca. Andrebbe bene anche come parcheggio notturno per i residenti. Oltretutto - prosegue il sindaco - quello stabile è anche per molti versi obsoleto e non risponde alle esigenze di una scuola moderna. Ma, ripeto, non so quanto sia fattibile e realizzabile”.

Va tenuto conto anche che il piano parcheggi allo studio dell’amministrazione comunale si incentra sulla realizzazione di nuove aree di sosta alle porte del centro urbano, più che nel cuore della città. “Il piano parcheggi – afferma il sindaco – è sostanzialmente pronto. Questo prevede una serie di interventi riguardanti nuovi posti auto sia gratuiti che a pagamento”.

Uno dei cardini del piano è la rifunzionalizzazione dell’ex caserma Ederle di via Cittadella, accanto alla scuola media Salvemini, adattandola ad area parcheggio. “La Caserma Ederle – afferma il sindaco – era del demanio. Da poco è passata al Comune. Si possono trovare vari canali di finanziamento per realizzarvi un parcheggio. Ma lavoreremo molto su una collaborazione con la Stp, che a suo tempo voleva fare un parcheggio multipiano in via Del Mare, poi bloccato dal rinvenimento di resti archeologici”. Ad ogni modo, il parcheggio nell’ex caserma Ederle non confliggerebbe con un eventuale parcheggio multipiano in via Casimiro. “Una cosa – afferma ancora il sindaco – non esclude l’altra”.

La questione parcheggi è tornata prepotentemente alla ribalta a seguito della chiusura integrale di quello di via Del Mare gestito dalla Multiservizi. Dopo il moto di protesa dei commercianti di Lungomare Regina Margherita e di corso Garibaldi, Consales ha dato il via libera alla realizzazione di 28 posti auto in corso Garibaldi, con rimozione delle fioriere che delimitavano la corsia ciclabile.

Qualche altra decina di stalli è stata ricavata inoltre intorno a piazza Vittorio Emanuele e nello spazio compreso fra la sbarra d’accesso alla sede dell’Autorità portuale e l’imbocco della isola pedonale del lungomare. Ma si tratta di una soluzione provvisoria, in attesa che fra due mesi, con la conclusione del lavori di restyling dell’area, il parcheggio di via Del Mare torni pienamente disponibile.

Francesco Cannalire (Alleanza per l'Italia)Francesco Cannalire, uno dei due consiglieri proponenti del progetto di via Casimiro, ritiene che con quel parcheggio si otterrebbero una serie di risultati importanti, oltre quello di dare una risposta alla richiesta di posti-auto in centro. “Io e Renna pensiamo, visto che il Comune ha disponibilità finanziarie sufficienti, che il soggetto realizzatore potrebbe essere la Brindisi Multiservizi, con una richiesta di mutuo alla Cassa Depositi e Prestiti, cominciando a diventare davvero un’azienda economica, allontanandosi progressivamente dall’ala protettrice del Comune (al costo di 8 milioni di euro l’anno)”.

Quanto costerebbe l’opera? “Pensiamo poco più di 5 milioni di euro tra abbattimento dell’attuale immobile di proprietà della Provincia (e che noi erediteremmo con lo scioglimento definitivo di quell’ente), e la costruzione del parcheggio. Potrebbe addirittura rientrare in gioco la stessa Stp dopo lo stop all’operazione di via Mattonelle, in joint venture con Brindisi Multiservizi. La gestione, per ammortizzare il mutuo e le spese di esercizio, resterebbe alle stesse società, garantendo un fatturato certo”, sostiene Cannalire.

“Se proprio non vi dovesse essere possibilità per le società pubbliche, si dovrebbe ricorrere alla soluzione del project financing, ovviamente con un bando europeo”. Insomma, il finanziamento dell’opera non è una questione complessa, secondo Francesco Cannalire. Ma delle perplessità e dei dubbi del sindaco abbiamo già detto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio a livelli, sindaco perplesso. Cannalire pensa a Multiservizi

BrindisiReport è in caricamento