rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica Ostuni

Socialisti: “No a veti da parte di Sel”

“Auspichiamo un’intesa tra Partito socialista e Sel ma non accettiamo veti”. Il Direttivo Provinciale di Brindisi del Partito Socialista, in vista dell’incontro di Segreteria Regionale con i Segretari Provinciali, fissato per questa sera, si è riunito ad Ostuni.

"Auspichiamo un'intesa tra Partito socialista e Sel ma non accettiamo veti". Il Direttivo Provinciale di Brindisi del Partito Socialista, in vista dell'incontro di Segreteria Regionale con i Segretari Provinciali, fissato per questa sera, si è riunito ad Ostuni. Nel corso del vertice è stata ribadita la posizione già assunta nei giorni scorsi dai socialisti, tornati ad esprimere perplessità e riserve "sulle accelerazioni e sui rallentamenti, sugli entusiasmi e sulle delusioni, sulle intese e le rotture che hanno caratterizzato il percorso di costituzione del soggetto politico Sinistra e Libertà, che stenta ad essere una formazione in grado di rappresentare una vera sinistra democratica, libertaria e riformista, liberandosi da vecchi settarismi e massimalismi".

L'accordo con Sel è possibile dunque a precise condizioni: "Non accetteremo assolutamente veti e riserve da parte di chicchessia nella formazione delle liste, in quanto costituirebbero una ingiustizia insopportabile, una miopia politica che arrecherebbe grave danno al Presidente Vendola al solo fine di tutelare qualche traballante presunta colonna dell'edificio politico di tale formazione politica ed una offesa grave al Partito Socialista e ai suoi rappresentanti che, nel 2005, diedero circa 12 mila voti nella Provincia di Brindisi a Vendola e alla sua coalizione. Mettiamo, dunque, a disposizione del Partito Socialista le autorevoli candidature dei compagni Giuseppe Tanzarella, Vitantonio Caliandro, Giuseppe Santoro e Donato Baccaro per le liste unitarie Sel - Ps. Sarà lo stesso Ps a scegliere tra loro il candidato o i candidati per le elezioni regionali".

Queste le rivendicazioni dei socialisti brindisini capeggiati dal segretario provinciale Domenico Tanzarella. Di fatto un ultimatum. E se i vertici di Sel dovessero rispondere picche, l'intesa a quel punto salterebbe definitivamente: "Qualora tale facoltà-diritto non dovesse essere riconosciuta per irresponsabile, immotivata richiesta di Nicola Fratoianni (Sel regionale) e Toni Matarrelli (Sel provinciale), ancor più stranamente subita dal ventre molle del Ps, in virtù di accordi regionali che ancora una volta pregiudicherebbero la Provincia di Brindisi, i compagni del Ps della suddetta provincia si riterrebbero svincolati da ogni impegno politico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Socialisti: “No a veti da parte di Sel”

BrindisiReport è in caricamento