rotate-mobile
Politica

«Sospendete i ticket per gli impianti»

BRINDISI - I capigruppo dei partiti di centrodestra presenti in Consiglio comunale chiedono al sindaco Mimmo Consales di sospendere il Regolamento d'uso e gestione degli impianti sportivi cittadini e di revisionarne le tariffe, ovviamente al ribasso, per impedire che numerose società locali rinuncino a svolgere l'attività sportiva. A proporre l'ordine del giorno è stato il consigliere Massimiliano Oggiano.

BRINDISI - I capigruppo dei partiti di centrodestra presenti in Consiglio comunale  chiedono al sindaco Mimmo Consales di sospendere il Regolamento d'uso e gestione degli impianti sportivi cittadini e di revisionarne le tariffe, ovviamente al ribasso, per impedire che numerose società locali rinuncino a svolgere l'attività sportiva. A proporre l'ordine del giorno è stato il consigliere Massimiliano Oggiano.

«A causa di quel regolamento le società sportive dilettantistiche hanno subito un notevole danno economico avendo dovuto rinunciare all'utilizzo di molte fasce orarie e conseguentemente alla progressiva perdita di praticanti attività sportiva, soprattutto giovanile», scrivono i firmatari dell'ordine del giorno, che chiedono di poter riportare l'argomento in seno alla Commissione consiliare Sport, perché «le modalità per l'individuazione delle fasce orarie e delle relative tariffe, benché enunciate e indirizzate a principi "oggettivi e perequativi" e a criteri "calibrati", di fatto hanno danneggiato maggiormente le piccole società sportive dilettantistiche (che rappresentano la stragrande maggioranza di quelle presenti sul territorio) non potendo disporre di sufficienti risorse economiche causa anche il crescente ormai cronicizzato mancato supporto di interventi  pubblici e sponsor privati».

Ora si attende la risposta del sindaco, che già in campagna elettorale aveva comunque espresso forti dubbi sul Regolamento e sui ticket introdotti dalla giunta Mennitti.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sospendete i ticket per gli impianti»

BrindisiReport è in caricamento