rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

Santa Teresa, FdI: "Società in deficit, 23 lavoratori in cassa integrazione"

Passa ordine del giorno dei consiglieri provinciali di Fratelli d'Italia per tutelare i lavoratori e fare chiarezza sui conti della partecipata

BRINDISI - La Santa Teresa ha chiuso in pareggio il bilancio, ma grazie alla cassa integrazione di 23 unità. Il consiglio provinciale di Brindisi svoltosi ieri (martedì 18 ottobre) avrebbe “certificato il grave stato di criticità” in cui versa la società in house della Provincia di Brindisi. Lo sostengono in una nota stampa i consiglieri provinciali di Fratelli d’Italia, Massimiliano Oggiano e Luciano Cavaliere. Lo stato di salute della Santa Teresa è stato il principale argomento della seduta, dedicata anche alla situazione di un’altra partecipata, la “Terra di Brindisi. Era stato il gruppo di Fratelli d’Italia ha chiedere l’accesso agli atti riguardanti la gestione della Santa Teresa. 

“La documentazione – affermano Oggiano e Cavaliere -  ci è stata consegnata non nella sua totalità, solo nella giornata di lunedì, pertanto, abbiamo ritenuto necessario chiedere l’integrazione della stessa anche per fugare alcuni dubbi come ad esempio la mancanza di messa in atto di piani di riqualificazione del personale e dell'acquisto di attrezzature e macchinari utilizzando le agevolazioni del credito d'imposta o il motivo per cui si è preferito affidare all'esterno mediamente 500.000 euro di lavori e servizi nel 2020 e 2021, cifra che quest'anno potrebbe addirittura arrivare a toccare 700.000 euro”. 

“Insomma – proseguono i due consiglieri - la presenza di una società in deficit strutturale che chiude in pareggio grazie alla cassa integrazione di 23 unità, costo circa 700.000 euro, che tra l'altro non viene attivata a rotazione ma sempre sugli stessi lavoratori e lavoratrici, ci lascia seri dubbi gestionali”.

Altro elemento emerso nell’aula consiliare è lo stato di cassa integrazione in cui sono stati collocati alcuni lavoratori, a seguito del marcato accordo con Arpal. In questo contesto, dunque, il consiglio provinciale ha accolto all’unanimità un ordine del giorno presentato da Fdi che impegna l’intera assise “ad incaricare il presidente ad assumere tutte le iniziative necessarie nelle sedi opportune per tutelare i suddetti lavoratori e lo stesso ente Provinciale”. Lo stesso presidente del consiglio provinciale è inoltre impegnato “ad istituire una commissione di vigilanza sullo stato economico-finanziario di Santa Teresa Spa”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Teresa, FdI: "Società in deficit, 23 lavoratori in cassa integrazione"

BrindisiReport è in caricamento